Dal Ruanda alla fondazione della Karibu: la storia di Marie Therese Mukamitsindo

La fondatrice della cooperativa racconta l'origine del progetto che oggi dà lavoro sul territorio a circa cento persone

Immagine della pagina Facebook della cooperativa Karibu

E' Marie Therese Mukamitsindo la vincitrice del Moneygram Award 2018, il premio come imprenditore dell'anno di origini straniere in Italia ricevuto nei mesi scorsi. Ora Marie Therese, in un'intervista all'agenzia Dire rilasciata in occasione di un convegno a Roma sul ruolo delle diaspore "med-africane", ricostruisce le tappe che qui, in provincia di Latina, a Sezze, l'hanno portata a creare la cooperativa Karibu che oggi fattura dieci milioni di euro e dà lavoro a oltre cento persone tra assistenti sociali, psicologi e mediatori culturali. 

"Femminilità, umanità e rispetto dei sogni di ogni persona" sono, secondo la fondatrice di Karibu, gli ingredienti della cooperativa sociale  che le sono valsi il premio Moneygram Award. Marie Therese Mukamitsindo ha lasciato il Ruanda dopo i massacri del 1994. Il suo impegno oggi è dedicato all'accoglienza dei migranti e dei rifugiati, anche attraverso il sistema di protezione Sprar e progetti per la formazione dei giovani. "L'idea della cooperativa - spiega Marie Therese - era nata dal fatto che arrivando qua negli anni Novanta non si trovava nessun centro d'accoglienza. Un approccio fondato su femminilità, umanità e rispetto dei sogni di ogni persona mi ha spinto a immaginare di accogliere le donne con tutte le loro difficoltà, insieme con i loro figli, con i traumi che avevano subito a casa, quando erano state costrette a scappare, in strada o quando erano arrivate in Italia".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Karibu in lingua swahili vuol dire "benvenuto". La cooperativa opera nel settore dell'accoglienza, dell'integrazione dell'assistenza, con interventi anche in materia di rimpatrio volontario, di donne richiedenti asilo, rifugiate e beneficiarie di protezione umanitaria sussidiaria nonché di minori stranieri non accompagnati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Due nuovi positivi al Covid, chiusi tre locali di Latina: il bar 111, L'Ombelico e la pizzeria Scacco Matto

  • Coronavirus, nelle ultime 24 ore 17 contagi nel Lazio e tre in provincia. I dati di tutte le Asl

  • Coronavirus: 15 nuovi casi nel Lazio, 2 in provincia di Latina. I dati delle Asl

  • Coronavirus: 12 nuovi contagi nel Lazio, nessuno tra i residenti pontini. I dati delle Asl

  • Coronavirus Sabaudia, due bagnini positivi: chiusi due stabilimenti, una palestra e un bar

  • Coronavirus, positivo un altro bagnino. La Asl chiude uno stabilimento balneare

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LatinaToday è in caricamento