Venerdì, 24 Settembre 2021
Cronaca Sezze

Scandalo al cimitero di Sezze, gli arrestati domani davanti al giudice

Operazione 'Omnia 2', i primi ad essere interrogati saranno l'ex custode Fausto Castaldi e il funzionario comunale Maurizio Panfilio

Prenderanno il via domani mattina presso il Tribunale di Latina con il sistema del videocollegamento gli interrogatori delle persone coinvolte nell’inchiesta ‘Omnia 2’ condotta dai carabinieri del Comando provinciale che ha portato alla luce un consolidato sistema di gestione illecita del cimitero di Sezze.

I primi ad essere ascoltati dal giudice per le indagini preliminari Giuseppe Cario – che ha firmato l’ordinanza di custodia cautelare – saranno coloro che si trovano in carcere: l’ex custode dell’ipogeo Fausto Castaldi, assistito dall’avvocato Cesare Castaldi, e il funzionario dell’amministrazione comunale Maurizio Panfilio, assistito dall’avvocato Renato Archidiacono. Ai due i sostituti procuratori Carlo Lasperanza e Valerio De Luca che hanno coordinato l’indagine contestano a vario titolo di corruzione per atti contrari ai doveri d’ufficio, in concorso e continuato; induzione indebita a dare o promettere utilità; distruzione, soppressione o sottrazione di cadavere, in concorso e continuato; peculato continuato; concussione in concorso; tentativo di minaccia o violenza in concorso per costringere a commettere un reato; esecuzione di lavori in assenza del titolo abilitativo e in violazione del regolamento di polizia mortuaria.

Gli interrogatori proseguiranno mercoledì e giovedì mattina quando verranno interrogati coloro che si trovano agli arresti domiciliari: Antonio Castaldi, figlio di Fausto, i titolari delle agenzie funebri Gianni e Giusino Cerilli, Alfredo De Angelis, Fausto Perciballe, Gianluca Ciarlo, i marmisti Francesco e Antonio Fanella e  Andrea Redi.

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scandalo al cimitero di Sezze, gli arrestati domani davanti al giudice

LatinaToday è in caricamento