Incontro su Facebook diventa un incubo, denunciato da una giovane di Sezze tenta il suicidio in carcere

I due si erano visti una volta a Roma, poi lei si è pentita e lui l'ha minacciata. Oggi l'interrogatorio a Latina

Un contatto su Facebook, un appuntamento a Roma dove i due hanno un rapporto consenziente poi la decisione di lei, una ragazza residente a Sezze, di interrompere la relazione avendo già un compagno.

Lui però, 30anni, residente a Roma, non si rassegna e inizia a tormentarla con minacce, insulti e offese tanto che lei decide di presentare una denuncia per mettere fine all’incubo. A conclusione delle indagini, condotte dal giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Latina Giorgia Castriota l’uomo viene arrestato con l’accusa di stalking e condotto a Regina Coeli dove ha tentato di uccidersi stringendosi al collo un maglione. Il gesto fortunatamente non ha avuto gravi conseguenze e questa mattina c’è stato l’interrogatorio di garanzia a Latina.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il 30enne, assistito dall’avvocato Luisa Monica Tortorella ha fornito la sua versione dei fatti spiegando al giudice si essersi innamorato della giovane con la quale voleva proseguire la relazione. Per ora l’uomo resta in carcere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, controlli della polizia: scoperta parrucchiera che lavorava in casa. Denunciata

  • Coronavirus Latina: nel Lazio 2.642 positivi, ma ci sono 24 guariti nelle ultime 24 ore

  • Coronavirus, Latina piange la morte del ginecologo Roberto Mileti. E' la tredicesima vittima in provincia

  • Coronavirus Latina: due morti e 20 contagi in più in provincia, nel Lazio 167 nuovi casi

  • I balneari pensano alla stagione estiva: in spiaggia numero chiuso per anziani e soggetti a rischio

  • Coronavirus, l'assessore regionale D'Amato: "Test rapido a tutti gli abitanti del Lazio"

Torna su
LatinaToday è in caricamento