Incontro su Facebook diventa un incubo, denunciato da una giovane di Sezze tenta il suicidio in carcere

I due si erano visti una volta a Roma, poi lei si è pentita e lui l'ha minacciata. Oggi l'interrogatorio a Latina

Un contatto su Facebook, un appuntamento a Roma dove i due hanno un rapporto consenziente poi la decisione di lei, una ragazza residente a Sezze, di interrompere la relazione avendo già un compagno.

Lui però, 30anni, residente a Roma, non si rassegna e inizia a tormentarla con minacce, insulti e offese tanto che lei decide di presentare una denuncia per mettere fine all’incubo. A conclusione delle indagini, condotte dal giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Latina Giorgia Castriota l’uomo viene arrestato con l’accusa di stalking e condotto a Regina Coeli dove ha tentato di uccidersi stringendosi al collo un maglione. Il gesto fortunatamente non ha avuto gravi conseguenze e questa mattina c’è stato l’interrogatorio di garanzia a Latina.

Il 30enne, assistito dall’avvocato Luisa Monica Tortorella ha fornito la sua versione dei fatti spiegando al giudice si essersi innamorato della giovane con la quale voleva proseguire la relazione. Per ora l’uomo resta in carcere.

Potrebbe interessarti

  • Il mare delle Isole Ponziane e quello della Riviera d’Ulisse tra i più belli d’Italia

  • Saldi estivi 2019, manca poco al via. Ecco quando iniziano a Latina e nel Lazio

  • Latina, la Diocesi comunica le nuove nomine dei parroci e i trasferimenti

  • "Tavolata senza muri": Latina tra le 25 città italiane ad ospitare l'iniziativa

I più letti della settimana

  • Ex lavoratore Meccano suicida a Cisterna, la rabbia degli amici e colleghi

  • Il mare delle Isole Ponziane e quello della Riviera d’Ulisse tra i più belli d’Italia

  • Tragedia a Formia: un ragazzo muore annegato mentre fa il bagno

  • Saldi estivi 2019, manca poco al via. Ecco quando iniziano a Latina e nel Lazio

  • Giovane migrante si tuffa in mare e soccorre due bambini

  • Terracina, identificato il giovane trovato morto nel canale. Proseguono le indagini

Torna su
LatinaToday è in caricamento