rotate-mobile
Giovedì, 2 Febbraio 2023
GIUDIZIARIA / Sezze

Minaccia i vicini e poi ferisce un carabiniere, condannato a sei anni per tentato omicidio

Processo con rito abbreviato per il 54enne Arcadie Bocancea, arrestato a Sezze un anno fa: l’accusa aveva chiesto 9 anni e quattro mesi

Sei anni di carcere. Questa la condanna per Arcadie Bocancea, comparso davanti al giudice per l’udienza preliminare del Tribunale di Latina Giuseppe Molfese con le accuse di tentato omicidio di un carabiniere, resistenza a pubblico ufficiale, danneggiamento e minacce.

Il 54enne di origine romena residente a Sezze era finito in carcere il 7 gennaio dello scorso anno dopo avere aggredito i carabinieri intervenuti nella sua abitazione su segnalazione di un vicino costretto a fuggire con moglie e figlio dalla sua casa  a causa delle minacce di morte di Bocancea che con una mazza aveva danneggiato gli infissi e i vetri delle finestre dell’abitazione. All’arrivo dei militari la situazione era degenerata ulteriormente perché si era scagliato contro uno di loro minacciandolo con un affilacoltello da macellaio, una sega, un punteruolo e altri utensili puntandoli alla gola e alla testa dell’appuntato che aveva sparato un colpo a terra per fermare la sua furia.

Ieri mattina in udienza preliminare il processo che su richiesta della difesa, rappresenta dall’avvocato Alessia Vita, si è svolto con rito abbreviato. Il pubblico ministero Valentina Giammaria al termine della sua requisitoria ha chiesto una condanna a 9 anni e quattro mesi di carcere mentre la difesa ha cercato di ridimensionare le accuse a carico dell’imputato. A conclusione della camera di consiglio il gup ha condannato Bonancea, che dal giorni dell’arresto è detenuto,  a sei anni di carcere.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Minaccia i vicini e poi ferisce un carabiniere, condannato a sei anni per tentato omicidio

LatinaToday è in caricamento