Lunedì, 18 Ottobre 2021
Cronaca Q5 / Via O. Respighi

Via Respighi, famiglie sotto sfratto: striscioni-protesta di CasaPound

"Le famiglie italiane non si sfrattano, si difendono": striscione affisso davanti lo stabile di via Respighi occupato da 12 famiglie che dalle 21 maggio potrebbero trovarsi senza un tetto sulla testa

Blitz di CasaPound nella notte in favore delle 12 famiglie che hanno occupato gli appartamenti della palazzina di via Respighi ora a rischio sfratto.

La scritta "Le famiglie italiane non si sfrattano, si difendono" campeggia sullo striscione affisso davanti lo stabile in cui ora vivono le 12 famiglie con altrettanti minori (di cui quattro di età inferiore ai 5 anni) “che il prossimo 21 maggio subiranno lo sgombero, senza che le istituzioni locali abbiano trovato in questo lungo periodo una soluzione all'emergenza abitativa”.

È impossibile pensare che in due anni non sia stata trovata una sistemazione degna per queste famiglie, arrivando al punto che da qui a pochi giorni circa 60 persone con minori al seguito si troveranno per strada, senza un tetto sulla testa” commenta in una nota CasaPound sempre vicino a questi temi.

"Staremo al fianco di quegli italiani dimenticati che rivendicano un diritto sacrosanto - afferma Cp Latina -; le istituzioni latitano, rimandando senza proporre una risposta concreta; l'Ater non ha alloggi da assegnare e quando ci sono vengono assegnati anche a famiglie non italiane".

"Tutto ciò è intollerabile, senza una politica serie di edilizia popolare e di Mutuo Sociale, il problema abitativo esploderà - continuano i militanti -; tutti i giorni riceviamo presso il nostro sportello del Dillo a CasaPound richieste di aiuto in tema di emergenza abitativa e di assistenza sociale; e sono sempre di più i cittadini che ci vedono in grado di portare avanti le loro istanze e di difendere i loro diritti di fronte all'indifferenza degli enti preposti".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Via Respighi, famiglie sotto sfratto: striscioni-protesta di CasaPound

LatinaToday è in caricamento