Cronaca Borgo Sabotino

Fa prostituire la convivente, poi le botte per i soldi: 36enne arrestato

In manette un uomo di 36 anni accusato di favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione, maltrattamenti in famiglia e tentata estorsione; l’ultimo episodio di violenza nella serata di ieri, poi l’arresto

E’ finito l’incubo per una donna di nazionalità romena costretta a prostituirsi dal convivente che poi abitualmente la picchiava per avere la metà dei guadagni.

Nella serata di ieri i carabinieri hanno fatto scattare le manette ai polsi dell’uomo di 36 anni, suo connazionale e in Italia senza fissa dimora, che a lungo l’ha costretta ad una vita di inferno.

Come accertato dai carabinieri di Borgo Sabotino, il 36enne non solo favoriva e sfruttava l’attività di meretricio della convivente ma era solito picchiarla per farsi consegnare metà i guadagni conseguiti. Fino all’ultimo episodio di violenza che si si è verificato nella tarda serata di ieri quando, dopo averla percossa, ha tentato di estorcergli del denaro.

Arrestato in flagranza di reato con le accuse di favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione, maltrattamenti in famiglia e tentata estorsione, l’uomo è stato trattenuto nelle camere di sicurezza in attesa di essere giudicato con il rito direttissimo. 
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fa prostituire la convivente, poi le botte per i soldi: 36enne arrestato

LatinaToday è in caricamento