Cronaca

Ragazze costrette a prostituirsi: 22enne racconta tutto alla polizia, presi gli sfruttatori

Fermati due uomini di 34 e 29 anni di origini romene considerati responsabili dello sfruttamento della prostituzione di alcune ragazze loro connazionali

Due uomini di origini romene di 34 e 29 anni sono stati fermati dalla polizia per lo sfruttamento della prostituzione di alcune ragazze loro connazionali. Ai due la Squadra Mobile è arrivata a conclusione di una proficua attività di polizia giudiziaria tesa al contrasto proprio del dilagante fenomeno dello sfruttamento della prostituzione di giovani donne provenienti dall’est europeo. 

A fornire elementi utili alle indagini è stata la denuncia di una giovane di 22 anni ricoverata presso l’ospedale di Latina dopo essere stata investita mentre si prostituiva nel punto esatto dove era stata lasciata dai suoi due sfruttatori. Così l’attività degli investigatori della II Sezione della Squadra Mobile si è indirizzata prima verso il 34enne che con la falsa promessa lavorativa aveva portato la ragazza in Italia, impossessandosi anche del suo unico documento di riconoscimento, e poi sul suo fidato amico con il quale condivideva la “gestione” di alcune donne immesse nel mondo della prostituzione. 

La minuziosa ricostruzione dei fatti ha consentito di dimostrare che la 22enne insieme ad altre giovani ragazze dell’est, erano costrette da almeno due mesi a vendere il proprio corpo su alcune strade di Aprilia, controllate a vista dai due uomini, ai quali al termine della serata dovevano consegnare l’intera somma di denaro guadagnata. 

I due sono stati sorpresi dagli agenti proprio nei pressi dell’ospedale di Latina, dove si erano recati per portare via la giovane appena dimessa dal nosocomio. Gli agenti hanno proceduto ieri al fermo di indiziato di delitto e, una volta ultimate le formalità di rito, su disposizione dell’Autorità giudiziaria, entrambi sono stati portati presso il carcere di Latina  

La giovane donna è stata temporaneamente collocata in una località protetta, in attesa delle formalità connesse al rientro in patria. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ragazze costrette a prostituirsi: 22enne racconta tutto alla polizia, presi gli sfruttatori

LatinaToday è in caricamento