menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Clan Ciarelli-Di Silvio, sgomberate due case confiscate: erano occupate abusivamente

Gli immobili si trovano in via Gran Sasso e in via Selene. Entrambi erano già di proprietà dell'Agenzia nazionale per i beni confiscati

Sono state effettuate questa mattina le operazioni di sgombero di due immobili di Latina appartenenti al clan Ciarelli-Di Silvio. Le due abitazioni si trovano rispettivametne in via Gran Sasso d'Italia e in via Selene. Si tratta di un appartamento e di un villino che erano già stati oggetto di una precedente confisca ed erano stati acquisiti al patrimonio gestito dall'Agenzia Nazionale per i beni confiscati. 

Foto Sgombero 26.11.2018-2

I controlli effettuati dal personale della polizia hanno accertato che, nonostante il provvedimento di confisca che aveva era arrivato a coronamento dell'attività di polizia giudiziaria condotta dalla Questura, le due unità abitative erano ancora illegittimamente utilizzati dai componenti del clan.

Si è trattato quindi di un'operazione finalizzata al ripristino di una condizione di legalità, nel solco delle attività già poste in essere su tutto il territorio. L'operazione nasce su impulso della Prefettura di Latina, che ha discusso il caso in sede di una riunione del Nucleo di supporto per i beni sequestrati e confiscati. 

Una task force composta da polizia locale, personale dell'Agenzia nazionale per l'amministrazione e la destinazione dei Beni sequestrati e confiscati, e polizia, su coordinamento della Questura, ha provveduto ad effettuare l'accesso ai beni riconsegnandoli ufficialmente all'Agenzia. I servizi di ordine e sicurezza pubblica, ai quali hanno contribuito gli operatori del IV Reparto Mobile di Napoli,  non hanno fatto registrare particolari criticità.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LatinaToday è in caricamento