rotate-mobile
Martedì, 24 Maggio 2022
Cronaca Gionchetto

Lotta alla criminalità, sgomberata la villa a due piani confiscata ai Ciarelli

Le operazioni all'alba di oggi. Questura: "Rappresenta una straordinaria modernità nella lotta alla criminalità organizzata". L'immobile entra così nel patrimonio dello Stato sarà utilizzato per finalità pubbliche o sociali

Le mani dello stato sui beni della criminalità locale: sono scattate questa mattina all’alba le operazioni di sgombero della villa a due piani, già confiscata, appartenente al clan dei Ciarelli nella zona del Gionchetto.

A lavoro gli uomini della Questura di Latina insieme all’Agenzia Nazionale per l’Amministrazione e la Destinazione dei Beni Sequestrati e Confiscati alla Criminalità Organizzata, che hanno proceduto all’acquisizione dell'immobile oggetto di confisca ai sensi dell’art. 2 ter L. 575/65.

Da questa mattina all’alba sono state quindi eseguite le operazioni di sgombero, con conseguente apposizione di sigilli e messa in sicurezza della costruzione in via Monte Giove, operazioni che si sono svolte senza particolare problematiche.

"L’intervento odierno - spiegano dalla Questura - si ricollega alle precedenti iniziative quando vennero formalizzate le ordinanze di confisca emesse dalla citata Agenzia nei confronti del capostipite e dei figli di uno dei clan criminali maggiormente conosciuti in questo capoluogo". È inoltre previsto il pagamento di una provvisionale da parte dei soggetti interessati per aver dimorato nelle abitazioni".

IL PROVVEDIMENTO DI CONFISCA NEI MESI SCORSI

L'immobile, rientra così materialemnte nel patrimonio dello Stato e, in maniera sostanziale e non più solamente formale, entra così a far parte del novero dei beni che potranno essere assegnati per fini istituzionali o trasferiti agli enti locali per finalità pubbliche.

“Tale intervento - commentano dalla Questura di Latina - è particolarmente significativo in quanto rappresenta una straordinaria modernità nella lotta alla criminalità organizzata, nell’ambito di una scelta strategica in un percorso di legalità che si vuole intraprendere nella provincia di Latina e che, ancora una volta, intende rimarcare come non possono assolutamente essere tollerate parti di territorio in cui la legalità sia assente".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lotta alla criminalità, sgomberata la villa a due piani confiscata ai Ciarelli

LatinaToday è in caricamento