Venerdì, 19 Luglio 2024
Cronaca

Sibora Gagani, la conferma dal Dna: è suo il corpo ritrovato nell’appartamento in Spagna

La ragazza di Nettuno era scomparsa da Torremolinos da nove anni. I resti della ragazza trovati dalla polizia murati nell'intercapedine di un'abitazione come indicato dell'ex fidanzato

E’ di Sibora Gagani il corpo ritrovato nell'intercapedine di un appartamento di Torremolinos, nella provincia di Malaga in Spagna. La conferma nelle scorse ore è arrivata dagli esiti del test del Dna disposto sui resti che nelle scorse settimane sono stati rinvenuti dalla polizia spagnola e che appartengono quindi alla ragazza originaria di Nettuno scomparsa nel 2014 nella città iberica dove si era trasferita con il fidanzato di allora. 

Come scrive La Opinion de Malaga secondo fonti vicine alle indagini, il profilo genetico predisposto dalla polizia italiana con i campioni biologici della madre di Sibora è arrivato mercoledì alla stazione generale della polizia scientifica di Madrid, i cui agenti hanno confermato la corrispondenza tra i due Dna. Un passaggio necessario per proseguire con tutte le garanzie dell'indagine giudiziaria questo, per dare conferma a quelli che erano stati subito dei sospetti sul fatto che i resti del corpo rinvenuti nell’intercapedine appartenessero alla giovane italo-albanese di Nettuno.

Della ragazza si erano perse completamente le tracce 9 anni fa quando il compagno dell'allora 22enne, Marco R., anche lui di Nettuno, a denunciarne la misteriosa scomparsa. La svolta lo scorso 7 giugno quando il corpo di una donna è stato ritrovato murato nell'appartamento spagnolo che la ragazza condivideva a quei tempi con il fidanzato.

Era stato lo stesso Marco R., dopo essere stato arrestato il 27 maggio per aver accoltellato un'altra donna, la sua ex compagna Paula, a confessare di aver ucciso e murato Sibora Gagani quasi un decennio fa. Parole che poi l’uomo non ha successivamente ratificato nella sua dichiarazione formale davanti alla polizia o al tribunale istruttorio numero 3 di Torremolinos, ma il giudice ha aperto il procedimento e ha disposto le perquisizioni domiciliari in un caso che è sotto segreto sommario.

"Sibora Gagani: Il test Dna conferma, è suo il corpo trovato dalla polizia spagnola murato in un appartamento a Torremolinos, la città dove la giovane donna di Nettuno è scomparsa nel 2014. Dopo l’arresto per l’omicidio della nuova compagna, l’ex fidanzato aveva confessato di aver ucciso anche lei, sciogliendo il corpo nell’acido, ma poi aveva ritrattato. Condoglianze alla mamma e ai familiari, che hanno sperato fino all’ultimo di ritrovarla", si legge sulla pagina Facebook della trasmissione Chi l'ha Visto? che si è occupata del caso intervistando la mamma di Sibora. "Il test del Dns ha confermato che il corpo ritrovato murato in un appartamento in Spagna lo scorso 6 giugno dalla Polizia Spagnola è di Sibora Gagani, la ragazza italo-albanese di 22 anni, originaria di Nettuno, scomparsa nel 2014 da Torremolinos - scrivono anche da Penelope Lazio Odv -. Ora resta solo il diritto di una madre a riportare sua figlia a casa e darle una degna sepoltura".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sibora Gagani, la conferma dal Dna: è suo il corpo ritrovato nell’appartamento in Spagna
LatinaToday è in caricamento