rotate-mobile
Cronaca

Alla ricerca di sicurezza, la Confcommercio prepara dei corsi

L'Ascom ha chiesto un incontro al prefetto D'Acunto, con i rappresentanti delle forze dell'ordine, per delineare l'iniziativa: cosri per la sicurezza e la prevenzione di furti e rapine

Le brillanti operazioni delle forze dell’ordine di contrasto al dilagante fenomeno della criminalità nella provincia pontina non riescono comunque a tranquillizzare la comunità.

E in special modo i commercianti che sempre più sono vittime dei raid dei ladri. L’ultimo episodio si è registrato venerdì 20 aprile con la rapina con sparatoria che ha visto rimanere ferite due persone.

Per questo, nonostante il ringraziamento alle forze dell’ordine per il lavoro, a volte anche pericoloso, svolto, la Confcommercio di Latina ha chiesto un incontro al prefetto Antonio D’Acunto.

“La Confcommercio Provinciale di Latina non può assistere impassibile a questo stillicidio sebbene si renda conto degli enormi sforzi e della straordinaria attività di contrasto posta in essere dalle forze dell’ordine, a cui ribadiamo tutto il nostro sentito e sincero ringraziamento – si legge in una nota -. Il nostro senso di responsabilità ci spinge a raccogliere il grido di dolore che da più parti si alza, e da parte di operatori commerciali che vivono in solitudine la preoccupazione di essere da un momento all’altro rapinati”.

“Per questo motivo, proprio nei giorni scorsi, la Confcommercio Provinciale di Latina ha avanzato una richiesta di incontro al prefetto di Latina, Antonio D’Acunto, alla presenza del questore di Latina, Dott. Alberto Intini, e del comandante Provinciale dei Carabinieri, Giovanni De Chiara, per illustrare una iniziativa che nelle prossime settimane sarà sviluppata in tutto il territorio della Provincia di Latina”.

Si tratta di una attività di informazione e di formazione gratuita in tema di sicurezza e prevenzione verso furti e rapine, rivolta ai propri associati e non, presso tutte le Ascom (Latina, Aprilia, Cisterna, S. Felice Circeo, Terracina, Fondi, Sperlonga, Itri, Formia, Gaeta, Ponza, SS. Cosma e Damiano, Castelforte, Ventotene e Minturno) nella quale saranno coinvolti anche i rappresentanti delle forze dell’ordine.

“L’obiettivo di tale attività di formazione è quello di creare sempre di più una sorta di “sistema” o di “rete” tra gli operatori per far sì che ognuno di essi non si senta più solo – proseguono dalla confederazione -. Confcommercio della Provincia di Latina lavorerà affinché cresca sempre di più un sentimento di condivisione e di mobilitazione che costituisca innanzitutto un argine nel modo di pensare e nel modo di agire delle persone, che devono sentirsi sempre di più parte di una comunità che agisce e cerca di reagire in modo unitario e solidaristico all’assalto delle bande di criminali dedite a queste attività delinquenziali”.

“Confcommercio Provinciale di Latina è convinta che quanto più si sviluppano le attività di collaborazione tra i vari soggetti che a vario titolo sono impegnati nelle Istituzioni e nel sociale nel contrasto alla delinquenza, e tanto più si renderà difficile lo sviluppo delle attività criminose nel nostro territorio. Per queste ragioni saranno mobilitati per questa iniziativa tutti i propri dirigenti provinciali e locali, certi che ne troveranno giovamento tutti gli imprenditori della Provincia di Latina”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alla ricerca di sicurezza, la Confcommercio prepara dei corsi

LatinaToday è in caricamento