Latina più sicura: reati in calo. Diminuiti dell'11,7% dall'inizio del 2019

Meno reati nel Lazio; in controtendenza solo Viterbo: i dati del Viminale in riferimento al primo trimestre dello scorso anno. Diminuiti anche gli stranieri ospiti delle strutture di accoglienza

Il Viminale

Reati in calo a Latina come in tutto il Lazio per questo inizio del 2019. sono i dati forniti dal Viminale in queste ore. Il Ministero dell’Interno fa sapere che nel Lazio è stato registrato un calo del 9% dei reati rispetto a primo trimestre dello scorso anno. 

In particolare a Latina sono diminuiti dell’11,7%; in calo anche a Frosinone del 19,5%, a Rieti del 6,8% e dell’8,6% a Roma. In controtendenza Viterbo che ha fatto segnare invece un aumento dei reati del 2,5%. 

Forniti anche i numeri degli stranieri ospiti delle strutture di accoglienza: in tutta la regione erano erano 10.302 al 13 maggio 2019 facendo registrare un calo del 29,1% rispetto allo stesso periodo di una anno fa. Nello specifico a Latina da segnalare un calo del 30,77%, a Frosinone del 25,11%, a Rieti del 14,39%, a Roma del 26,64%  e a Viterbo del 49,22%. 

"Vogliamo fare sempre di più e meglio- spiega il ministro dell'Interno Matteo Salvini- i numeri sono rassicuranti ma non ci accontentiamo. Abbiamo segnalato agli amministratori locali nuovi strumenti, in collaborazione con le prefetture, per aggredire le grandi piazze di spaccio, isolare balordi e sbandati, per effettuare sgomberi. Auspico che i sindaci sappiano utilizzarli al meglio, mentre il piano che rinforzerà tutte le questure d'Italia sarà decisivo per ridurre ulteriormente la criminalità". 

Sul caso di Viterbo, Salvini spiega: "È una delle cinque province italiane dove i reati non calano. Ho chiesto approfondimenti e monitoraggi costanti: sono sicuro che, collaborando con gli amministratori locali, riusciremo a invertire la tendenza".

Simeone: "Grazie alle forze dell'ordine"

"E’ mia intenzione rivolgere un grazie di cuore a tutte le forze dell'ordine perché il forte calo di reati è merito principalmente del grande sforzo da loro profuso" dichiara in una nota Giuseppe Simeone, consigliere regionale di Forza Italia e presidente della commissione Sanità, politiche sociali, integrazione sociosanitaria e welfare. "Dietro questi numeri si cela un notevole impegno, certamente, ma anche la dimostrazione di una grande volontà a prevenire situazioni di degrado. Sono particolarmente contento per il dato riguardante la provincia di Latina. Apprezzo il grande lavoro portato avanti dal questore, dal comandante provinciale dell’Arma dei Carabinieri e dal comandante provinciale dalla Guardia di Finanza. Il report diramato dal Viminale è il segnale inequivocabile del grande impegno e della costante dedizione da parte delle donne e degli uomini che quotidianamente combattono fenomeni delinquenziali e assicurano alla giustizia i responsabili dei reati, grazie ad un puntuale, qualificato e professionale coordinamento del prefetto”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Spaccio di droga e corruzione: 34 arresti a Latina. Coinvolti due agenti della polizia penitenziaria

  • Droga e corruzione in carcere, i nomi dei 34 arrestati dell'operazione "Astice"

  • Astice e cocaina in carcere: in cambio di favori soldi e droga agli agenti corrotti

  • Corruzione in carcere, il detenuto parla dell'ispettore: "Quando vuole mangiare fallo mangiare subito"

  • Latina, giallo in via Sabaudia: trovato il cadavere di un uomo in auto

  • La buona sanità a Formia, bimbo cade e si rompe la milza: il chirurgo torna in ospedale e lo salva

Torna su
LatinaToday è in caricamento