Cronaca Pantanaccio / Via Epitaffio

Sicurezza stradale, duro Delle Cave: “Sequestrate via Epitaffio”

Giovanni Delle Cave di Familiari e Vittime della strada non usa mezzi termini: "Chiederemo l'intervento del Procuratore Capo per il grave stato di pericolo e di abbandono del tratto di strada"

Messa in sicurezza di via Epitaffio e sequestro della strada. È diretto nelle sue richieste il vice presidente dell’associazione europea familiari e vittime della strada, Giovanni Delle Cave.

Non è la prima volta che Delle Cave manifesta la sua profonda preoccupazione per una delle strade più pericolose del capoluogo pontino, teatro di numerosi incidenti stradali, troppo spesso mortali.

Nei mesi scorsi aveva richiesto interventi immediati per la messa in sicurezza, come la rimozione degli alberi, ed aveva organizzato un corteo che si era snodato proprio lungo via Epitaffio in ricordo di tutte le persone che proprio su quella strada hanno drammaticamente perso la vita.

E ora è giunto alla richiesta estrema. “La scrivente Associazione comunica di aver dato mandato ai propri legali di chiedere l’intervento del Procuratore Capo presso il Tribunale di Latina, per il grave stato di pericolo e di abbandono del tratto di strada della via Epitaffio in entrambe le direzioni di marcia – scrive Delle Cave in una nota -. Confidiamo pertanto in un pronto intervento della magistratura, in primo luogo per la messa in sicurezza della strada, previo sequestro della stessa, canalizzando il traffico lungo strade alternative, chiudendo tuttavia alla circolazione il tratto stradale insidioso”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sicurezza stradale, duro Delle Cave: “Sequestrate via Epitaffio”

LatinaToday è in caricamento