rotate-mobile
Cronaca Sermoneta

Sicurezza stradale, dissuasori di velocità e autovelox a Sermoneta

In seguito alla riunione in Prefettura il Comune annuncia le misure volte a limitare la velocità delle auto e a garantire maggiore sicurezza sulle strade

La tragedie delle ultime settimane hanno imposto interventi concreti per evitare le troppo frequenti stragi che si compiono sulle strade della provincia pontina.

E se l’associazione europea Familiari e Vittime della Strada ha chiesto fatti e non parole attraverso una manifestazione con immagini shock lungo via Epitaffio, nei giorni scorsi si è tenuta anche un’importante riunione in Prefettura in cui hanno partecipato i rappresentanti dei Comuni di Latina, Sermoneta e Cisterna, della Provincia, di Questura di Latina e dei comandi provinciali di carabinieri, finanza e polizia stradale.

In quella sede, i rappresentanti dell’amministrazione di Sermoneta – il sindaco Giuseppina Giovannoli e il Comandante della Polizia Locale Cap. Pietro Bongo – hanno potuto rappresentare l'impegno messo in campo in questi anni per garantire la sicurezza stradale ai cittadini e a tutti gli automobilisti che transitano sulle strade del territorio, in modo particolare le arterie di collegamento con i paesi limitrofi (via Sermonetana, via Le Pastine, via del Murillo – area industriale), altamente trafficate e spesso teatro di incidenti.

Il Comune di Sermoneta, infatti, “ha adottato da tempo una serie di misure volte a limitare la velocità delle auto nei centri abitati e in prossimità delle scuole –spiegano dall’amministrazione -: sono stati realizzati a tale scopo dei dissuasori di velocità ed attraversamenti pedonali rialzati ad alto impatto visivo, venendo incontro anche alle legittime necessità dei pedoni. Inoltre, i controlli effettuati attraverso l’autovelox mobile collocato sempre in posti diversi ha permesso la riduzione drastica degli incidenti con feriti. A differenza dell'autovelox fisso, che non permette una prevenzione efficace, quello mobile porta l'automobilista ad aumentare la concentrazione al volante: risultato, questo, apprezzato in sede di tavolo in Prefettura. Anche perché, nel pieno rispetto del Codice della Strada, parte degli introiti derivanti dall'autovelox sono stati reinvestiti nel potenziamento della segnaletica stradale, dotazione della Polizia Locale e formazione degli agenti, manutenzione stradale”.

L'amministrazione pontina ha proposto anche l'installazione su strada dei cosiddetti “VelOk” in pianta stabile: colonnine colorate lungo le strade più pericolose, in modo da indurre il conducente a osservare il limite di velocità lungo tutta la strada interessata. Si tratta di un deterrente che mira ad aumentare l'allerta dell'automobilista, scongiurando le folli e pericolose corse su strada.

“Abbiamo ricevuto apprezzamento per come questa amministrazione sta portando avanti la sua politica di sicurezza stradale e ringraziamo il Prefetto di Latina dott. D’Acunto per la sua attenzione e la sua sensibilità verso questa tematica – ha spiegato il sindaco Giuseppina Giovannoli –. Ci appelliamo ancora una volta al senso di responsabilità degli automobilisti: moderare la velocità e rispettare i limiti significa salvaguardare la vita propria e quella degli altri; sarà fondamentale, inoltre, la collaborazione con tutte le forze di polizia, come già sta avvenendo tra il comando stazione carabinieri di Sermoneta e la polizia locale di Sermoneta, per un continuo monitoraggio alla circolazione stradale. Avvieremo, infine, una campagna di sensibilizzazione ed educazione stradale nelle scuole”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sicurezza stradale, dissuasori di velocità e autovelox a Sermoneta

LatinaToday è in caricamento