“Guida la vita”, successo per l’iniziativa sulla sicurezza stradale: protagonisti gli studenti

Centinaia di ragazzi hanno affollato piazza del Popolo oggi per partecipare al progetto organizzato della Prefettura e dedicato alla sicurezza e all'educazione stradale; un'intera giornata scandita da lezioni teorie e simulazioni pratiche

Grande successo per “Guida la vita”, l’iniziativa organizzata dalla Prefettura, dedicata alla sicurezza e all'educazione stradale e destinata soprattutto agli studenti

Un’intera giornata scandita da lezioni teoriche e simulazioni pratiche per illustrare ai più giovani le regole e spiegare loro la giusta condotta da avere sulle strade. 

Un’iniziativa, quella della Prefettura con la collaborazione di altri 41 partner, che ha come scopo quello di formare negli alunni delle scuole, anche attraverso il gioco, “una cultura della sicurezza stradale improntata al rispetto delle regole del codice della strada per contrastare il fenomeno degli incidenti stradali che sono causati, in una percentuale crescente, dalle condotte scorrette di chi è alla guida”. 

Circa 1300 gli studenti delle classi quarta e quinta delle elementari, delle medie e delle superiori che hanno partecipato al progetto e tante le persone che incuriosite si sono fermate in piazza del Popolo per assistere all’iniziativa. 

Nel Pullman Azzurro della Polizia di Stato è stata allestita una sala multimediale per le lezioni a tema attraverso l'utilizzo di giochi e la visione di cartoni animati. 

Importanti anche le attività pratiche che hanno visto protagonisti gli studenti che impersonando i diversi ruoli di pedone, vigile urbano, autista, ciclista hanno appreso quali sono le regole di ciascuno in una serie di percorsi che ricreano la circolazione stradale. Da segnalare anche la simulazione della guida sotto l'effetto dell'alcool attraverso l'uso di occhiali speciali o quella di un intervento di soccorso in un incidente stradale da parte dei Vigili del Fuoco e dell’Ares 118. 

Nella sala convegni attrezzata sempre in piazza del Popolo poi anche un momento di confronto tra la Prefettura e le istituzioni impegnate nella sicurezza stradale.

Il prefetto, nel sottolineare l’importanza dell’iniziativa e il suo scopo di avvicinare i ragazzi alla conoscenza e al rispetto delle regole del codice della strada, ha ricordato le importanti iniziative messe in campo dalla Prefettura, in sinergia con le istituzioni interessate, volte all’intensificazione dei servizi di vigilanza sulle strade come anche all’avvio dell’Osservatorio provinciale sulla sicurezza stradale. Proponendo poi di trasformare l’iniziativa di oggi  in una manifestazione da riproporre ogni anno, ha infine ricordato l’importanza del fatto che queste azioni vadano sempre accompagnate da comportamenti virtuosi da parte degli utenti della strada. 

Particolarmente insensi ed apprezzati gli interventi dei due atleti della Nazionale Amputati, Luca Zavatti ed Emanuele Leone, vittime di incidenti stradali e testimonial della manifestazione, e del presidente dell’associazione Europea Vittime della Strada.

La manifestazione, iniziata alle 9 di questa mattina, ha visto impegnati i ragazzi per tutta la mattinata, fino alle 15 del pomeriggio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: 236 nuovi casi in provincia e altre quattro vittime del covid da Latina e Fondi

  • Coronavirus Latina: ancora 260 nuovi casi in provincia. Un altro decesso

  • Coronavirus Latina: la curva non scende, 244 nuovi casi in provincia. Altri 3 decessi

  • Coronavirus Latina: si impenna ancora la curva, 274 i nuovi casi. Altri 6 decessi

  • Coronavirus, racconto dal reparto dei pazienti gravi: "Covid contagiosissimo e pericoloso. L'età si abbassa"

  • Coronavirus Latina: la curva dei contagi non si piega, altri 257 in provincia. Tre i decessi

Torna su
LatinaToday è in caricamento