Scuole ancora al freddo, il sindaco ordina sette giorni di chiusura

La decisione dovuta al fatto che in molti degli istituti di competenza comunale non sono stati ancora risolti i problemi con caldaie e riscaldamenti a causa dei danni alle condutture idriche

Il gelo non ha dato tregua e anche questa mattina gli studenti di diverse scuole della città si sono ritrovati al freddo, con termosifoni spenti e caldaie mal funzionanti. Il sindaco Damiano Coletta, dopo le proteste di questi giorni e dopo aver garantito gli interventi dei tecnici, ha quindi deciso di seguire la via più drastica emanando un'ordinanza di chiusura.

Le scuole di propria competenza, in cui non sono state ripristinate le condizioni per riscaldare gli ambienti, resteranno dunque chiuse per sette giorni. "Vista l’eccezionale ondata di gelo che ha colpito anche la provincia pontina e il perdurare di condizioni atmosferiche che creano danni alle condutture idriche e ai sistemi di riscaldamento, il sindaco Damiano Coletta - si legge nelle nota del Comume - ha ritenuto improrogabile emettere un’ordinanza (n° 1/2017) con cui dispone la chiusura delle scuole di competenza comunale per sette giorni, eventualmente prorogabili, laddove i dirigenti scolastici ravvisassero l’inagibilità dei locali per il mancato funzionamento degli impianti".

Una decisione che arriva dunque a fronte della difficoltà, per alcuni plessi, di ripristinare nell’immediato il regolare funzionamento delle caldaie e per tutelare la salute degli alunni messa a rischio dalle temperature rigide degli ambienti scolastici non serviti dagli impianti di riscaldamento.

"Pur avendo acceso le caldaie anticipatamente rispetto al rientro in aula dopo le vacanze natalizie - precisa il sindaco - non si sono potuti evitare i disagi registrati in alcune strutture a causa dell’obsolescenza degli impianti. Con l’ordinanza si rimette ai dirigenti la facoltà di chiudere i plessi scolastici. I presidi che ravviseranno l’inagibilità dei locali a causa del mancato funzionamento degli impianti di riscaldamento e riterranno opportuno chiudere la scuola, in virtù del provvedimento, saranno legittimati a farlo. Va da sé che le strutture in cui gli impianti funzionano regolarmente resteranno aperte". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: ancora 230 casi positivi nel Lazio e 22 nuovi contagi in provincia

  • Coronavirus, contagi inarrestabili: altri 181 casi nel Lazio e 23 in provincia di Latina

  • Coronavirus: altri 19 casi in provincia, record a Cisterna. Un paziente morto per covid

  • Coronavirus: 10mila tamponi e altri 230 casi nel Lazio. In provincia 15 contagiati in più

  • Coronavirus Latina: casi positivi in due scuole elementari, chiuse quattro classi

  • Coronavirus Latina, la curva dei contagi non si ferma: altri 24 casi in provincia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LatinaToday è in caricamento