Martedì, 19 Ottobre 2021
Cronaca

Codici “rubati” per clonare bancomat, arrestati due giovani

I due ragazzi, finiti ai domiciliari, si servivano di skimmer e microtelecamere posizionati sugli sportelli postali per captare i codici pin delle carte e clonare i bancomat degli utenti di cui prosciugavano i conti

Rubavano i codici bancomat attraverso congegni apposti sugli sportelli postali per poi clonare le carte degli utenti pontini di cui prosciougavano i conti.

La polizia postale di Latina ha arrestato, dando esecuzione ad un’ordinanza del tribunale di Roma su richiesta della Procura della capitale, due giovani di nazionalità bulgara, identificati dopo mirate e complesse indagini.

Come accertato dalla polizia, i due si servivano di sofisticati congegni elettronici camuffati all’interno di manufatti plastici abilmente cesellati e sagomati in maniera tale da essere facilmente applicati sugli sportelli automatici delle poste e difficilmente notati dagli utenti.

Congegni applicati per captare i codici delle carte bancomat tramite il cosiddetto “skimmer”, insieme ad una microtelecamera direzionata sulla tastiera numerica dello sportello per riprendere e registrare le digitazioni eseguite dagli utenti truffati che hanno poi subito lo svuotamento dei propri conti correnti.

“Va detto – spiega la polizia postale - che i due arresti rientrano nell’ambito della più estesa ed articolata attività di indagine svolta da svariati mesi dagli investigatori della Polizia Postale impegnati nel contrasto di tale fenomeno ormai diffusissimo sul territorio nazionale ed a quanto pare anche e soprattutto nella città di Latina. 

A tal riguardo, si raccomanda a tutti i titolari di carte bancomat di adottare la massima attenzione in occasione di operazioni eseguite su sportelli automatici bancomat accertandosi che non vi siano applicati congegni posticci rilevabili tramite una attenta osservazione delle strutture dell’erogatore stesso segnalando alle varie forze dell’ordine ogni genere di inconveniente che potrebbe nascondere un tentativo di frode e senza mai allontanarsi dallo sportello prima dell’intervento di una pattuglia”.

Arrestati, i due giovani sono stati ristretti ai domiciliari.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Codici “rubati” per clonare bancomat, arrestati due giovani

LatinaToday è in caricamento