Mercoledì, 17 Luglio 2024
Cronaca Sabaudia / Via Caporale Armando Tortini, 4

Slovacchia, il generale Figliuolo visita i militari italiani giunti da Sabaudia e Mantova in missione a Malacky

Sono 150 artiglieri contraerei inquadrati nell'ambito dell'operazione denominata "Enhanced Vigilance Activity"

L’Italia si conferma tra le principali Nazioni contributrici per il rafforzamento della postura di deterrenza della Nato sul fianco Est dell’Alleanza Atlantica. Da febbraio la Difesa, tramite il Comando Operativo di Vertice Interforze (COVI), ha rischierato a Malacky il sistema missilistico di difesa aerea SAMP/T, con 150 artiglieri controaerei dell’Esercito Italiano, che si inquadrano nell’operazione Nato chiamata enhanced Vigilance Activity.

Accolto a Malacky dall’Ambasciatrice d’Italia in Slovacchia, Catherine Flumiani, il Comandante del COVI, Generale di Corpo d’Armata Francesco Paolo Figliuolo, ha fatto visita al Task Group italiano: “Siete riusciti a schierarvi e a essere operativi in tempi brevissimi. Avete conseguito l’omologazione di sicurezza del sistema e l’autorizzazione a operare da parte della Host Nation in pochissime settimane e ciò è stato possibile grazie a un impegno corale delle diverse articolazioni della Difesa”. Sui compiti della missione ha poi aggiunto: “Siamo qui per dare continuità all’iniziativa di rafforzamento della difesa aerea di un paese alleato, per rispondere a una minaccia che dal febbraio dell’anno scorso incombe sul nostro continente, sul nostro stile di vita, su quei valori di libertà e di democrazia che mai, nella storia più recente, sono stati messi in discussione come ora”.

I militari italiani sono impegnati in tutta una serie di attività funzionali al raggiungimento della cosiddetta Full Operational Capability, che consentirà al Task Group e al sistema SAMP/T di inserirsi nella rete Integrated Air and Missile Defense dell’Alleanza. Il contingente italiano è guidato dal Tenente Colonnello Michele Vellucci ed è composto prevalentemente da uomini e donne provenienti dal Comando Artiglieria Controaerei di Sabaudia e dal dipendente 4° Reggimento “Peschiera” di Mantova. Il SAMP/T ha sostituito l’assetto Patriot statunitense, precedentemente schierato nella stessa base aerea di Malacky, sede del 46° Stormo dell’Aeronautica Militare slovacca. Sviluppato a partire dai primi anni 2000 nell’ambito del programma italo-francese FSAF (Famiglia di Sistemi Superficie Aria Futuri), il SAMP/T è un sistema missilistico di ultima generazione, caratterizzato da una particolare tecnologia che consente elevate flessibilità, mobilità e rapidità di impiego. L’attuale versione è in grado di contrastare minacce aeree e missili balistici tattici.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Slovacchia, il generale Figliuolo visita i militari italiani giunti da Sabaudia e Mantova in missione a Malacky
LatinaToday è in caricamento