Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca Fondi

Smantellata rete dello spaccio di droga nel sud pontino, 9 arresti

Gestivano il rifornimento di stupefacenti nell'area di Fondi, ma il traffico di cocaina e hashish arrivava fino ad Anzio e Roma. Oltre due anni di indagini: in tutto sono 43 gli indagati

Un’indagine partita nel novembre 2009 da un semplice sequestro di droga. È stato un chilo di cocaina purissima trovata in mano a due giovani incensurati - un fatto di per sé molto strano - a metter i carabinieri sulle tracce di una fitta rete di spacciatori che gestiva il rifornimento di stupefacente nella zona di Fondi e dei comuni limitrofi, fino a spingersi su Anzio e Roma. La droga arrivava da Giugliano in Campania e Torre Annunziata e veniva piazzata nelle province del litorale laziale da alcuni pregiudicati finiti nuovamente sotto la lente d’ingrandimento delle forze dell’ordine.

Sono 9 le persone per le quali il gip Nicola Iansiti ha firmato il provvedimento di custodia cautelare: ad alcune di loro è stato notificato in carcere, dove scontano pene per precedenti reati. Un decimo appartenente alla rete di spacciatori non è finito in manette perché nel frattempo è deceduto. In tutto sono 43 gli indagati con l’accusa di concorso in detenzione e traffico di droga.

L’indagine, denominata “XXI Secolo” è stata condotta dal pubblico ministero Giuseppe Miliano e gli arresti sono stati eseguiti dagli uomini della compagnia di Gaeta con il supporto di militari comando provinciale di Latina, delle compagnie competenti per territorio (Catanzaro, Castrovillari, Giugliano in Campania e Anzio) e di unità cinofile delle legioni carabinieri Lazio e Campania.

"La sostanza stupefacente - spiega Giovanni De Chiara, comandante provinciale dei carabinieri - arrivava dalla Campania e veniva poi venduta, attraverso l'attività di mediazione della rete di spacciatori, a Fondi, Terracina, Gaeta e Sperlonga". Alcuni degli arrestati avevano contatti commerciali - ai fini dell’acquisto e dello smercio della droga - con i clan camorristici e della ‘ndrangheta.

Tra gli arrestati c’è anche una coppia campana domiciliata a Terracina, B. C., 40 anni, vigile del fuoco, e la sua compagna I. P., 38 anni, entrambi già in carcere a Catanzaro e Castrovillari per precedenti condanne. Sono invece tre le persone di Fondi, tutte con precedenti di polizia a proprio carico, sottoposte a custodia cautelare: si tratta del 34enne P. S. e dei fratelli L. C., 37 anni, e C. C., 23 anni. Per questi ultimi due il gip ha deciso gli arresti domiciliari.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Smantellata rete dello spaccio di droga nel sud pontino, 9 arresti

LatinaToday è in caricamento