Cronaca

“Smart Park", servizio civile per i giovani: Cozzolino chiede chiarezza

Il consigliere del Pd chiede chiarezza e precisione all'amministrazione: "Il servizio civile è un periodo di formazione per i giovani e non un modo per avere personale impiegato risparmiando sui costi"

“Il servizio civile è un periodo di formazione per i giovani e non un modo per avere personale impiegato risparmiando sui costi”; con queste parole il consigliere comunale del Pd Alessandro Cozzolino commenta l’idea del Comune di Latina del “Smart Park ”.

Si tratta di un progetto presentato nell’ambito del Piano per l’impiego giovanile, che consiste nell’avviare al lavoro 30 giovani dai 18 ai 25 anni attraverso un bando di servizio civile per la sorveglianza e la manutenzione nei parchi e delle aree verdi attrezzate.

“Per poco più di 400 euro netti al mese il Comune di Latina cerca ragazzi per quanto attiene alla supervisione, al controllo del rispetto delle regole da parte dei cittadini, al monitoraggio ed alla piccola manutenzione e riparazione di strutture, quali giostre per bambini, panchine, contenitori per i rifiuti etc.”.

Come spiega Cozzolino, “nella Carta etica del servizio civile si legge che ‘il servizio civile nazionale presuppone come metodo di lavoro "l'imparare facendo", a fianco di persone più esperte in grado di trasmettere il loro saper fare ai giovani, lavorandoci insieme, facendoli crescere in esperienza e capacità, valorizzando al massimo le risorse personali di ognuno’”.

“A scorrere la lista delle associazioni e degli enti accreditati per il servizio civile – spiega consigliere del Pd – il Comune di Latina non compare. Se cominciasse il percorso di accreditamento oggi ci vorrebbe almeno il 2014 prima di poter avviare il progetto. Anche qualora fossero coinvolte associazioni, aziende e cooperative a guardare poi i progetti autorizzati per la provincia di Latina, non ci sono progetti per i parchi che impieghino 30 persone. Non si capisce dunque l’annuncio di ‘Smart park su quali basi poggi


Si chiarisca bene l’attività e le finalità del progetto – conclude il consigliere del Pd Alessandro Cozzolino – e poi si coinvolgano i giovani di Latina in percorsi seri e specifici e non ambigui, perché il servizio civile può rappresentare una occasione seria di formazione, accrescendo la coesione sociale e consentendo ai giovani di vivere un’esperienza di partecipazione e di cittadinanza altamente formativa. Sarebbe dunque importante e necessario che il Comune di Latina si accrediti per accogliere i giovani per il servizio civile. Della questione interesseremo la commissione politiche giovanili per capire se l’amministrazione ha intenzione e in quali tempi di percorrere la strada dell’accreditamento per il Servizio civile”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Smart Park", servizio civile per i giovani: Cozzolino chiede chiarezza

LatinaToday è in caricamento