Cisterna, le precisazioni del Comune: “Nessun rifugiato al Centro Polivalente”

L'intervento dell'Amministrazione che smentisce la notizia circolata sui social network relativa ad un "presunto imminente arrivo di immigrati rifugiati richiedenti asilo politico" presso il centro del quartiere San Valentino

Nessun rifugiato al Centro Polivalente”: l’intervento dell’Amministrazione comunale di Cisterna che smentisce la notizia circolata sui social network relativa ad un “presunto imminente arrivo di immigrati rifugiati richiedenti asilo politico” presso il centro del quartiere San Valentino.

“Ad oggi - si legge in una nota - all’Ente non risulta alcun nuovo arrivo di immigrati rifugiati richiedenti asilo presso strutture pubbliche del nostro territorio comunale, come da ulteriori accertamenti effettuati presso enti e strutture preposte ai servizi di gestione di questo tipo di fenomeno migratorio. Inoltre, il Centro Polivalente di San Valentino non possiede i requisiti necessari per una tale forma di accoglienza così come delineata dai parametri del sistema organizzato dal Ministero dell’Interno.

Pertanto, si ribadisce che la notizia di un imminente alloggio di immigrati rifugiati richiedenti asilo politico presso il centro Polivalente del quartiere San Valentino a Cisterna, è del tutto falsa”.

“L’amministrazione comunale è comunque sensibile al tema delle politiche dell’integrazione - prosegue la nota -: a questo proposito per il prossimo 30 giugno sta organizzando la Festa dei Popoli, manifestazione per l’integrazione e lo scambio culturale che coinvolgerà tutte le comunità di immigrati che vivono a Cisterna.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Inoltre, la Giunta ha recentemente approvato una delibera per la richiesta di fondi regionali finalizzati alla ristrutturazione di un immobile confiscato alla criminalità organizzata al fine di utilizzarlo per un programma di integrazione di stranieri già presenti sul nostro territorio. Progetto ancora in fase di realizzazione che non ha niente a che fare con i centri di accoglienza per rifugiati”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: i contagi non si fermano: 139 nuovi casi nel Lazio e 11 in provincia

  • Coronavirus, casi ancora in forte aumento: 165 in più nel Lazio e 23 in provincia

  • Latina, operazione "Dirty Glass": i nomi degli arrestati. Tra loro anche due carabinieri

  • Operazione Dirty Glass: riciclaggio, estorsione e corruzione. Ecco i ruoli dei personaggi coinvolti

  • Operazione Dirty Glass: chi è Natan Altomare, "soggetto scaltro e pericoloso"

  • “Spregiudicato e di grande caratura criminale”: ecco chi è Luciano Iannotta

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LatinaToday è in caricamento