Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Cronaca

In vista dell’estate, Comune: partono i soggiorni per i disabili

Progetto nato in collaborazione tra l'assessorato ai Servizi Sociali e la cooperativa sociale "Universiis". I partecipanti potranno continuare il lavoro svolto durante l'anno con gli operatori

L’obiettivo è quello di continuare il lavoro che giornalmente viene svolto durante il corso dell’anno.

Su questi presupposti sono stati organizzati per l’estate 2012, dall’assessorato ai Servizi Sociali del Comune di Latina, in collaborazione con la cooperativa sociale “Universiis”, due soggiorni per soggetti diversamente abili dei tre centri diurni della città.

Le mete scelte sono Norma e San Pietro in Bevania  in provincia di Taranto. I partecipanti potranno continuare il lavoro che durante l’anno svolgono con gli operatori nelle strutture specializzate secondo un progetto riabilitativo portato avanti dall’amministrazione comunale, la Asl e i centri diurni.

“È un'occasione – dichiara l’assessore Patrizia Fanti - per vivere all'insegna della socializzazione e del divertimento brevi periodi di vacanza per coloro che hanno maggiori difficoltà a trascorrere qualche giorno in località diverse da quelle ove normalmente dimorano. Il “Progetto Soggiorno Centro diurni per disabili del Comune di Latina – Estate 2012” formulato dalla Società Cooperativa Universiis, in collaborazione con il Centro di Riabilitazione Armonia, si realizzerà in due turni – giugno e luglio - ed in due diverse location”.

“Avranno una durata di 7 giorni durante i quali i disabili avranno la possibilità di sperimentare una maggiore autonomia attraverso la valorizzazione delle proprie capacità sotto l’occhio vigile degli assistenti e del personale della struttura ospitante. Sono certa – continua l’assessore – che l’esperienza dell’attività di riabilitazione svolta in un contesto “vacanziero”, sarà per i partecipanti una opportunità per una migliore qualità di vita”.

“Abbiamo ancora una volta – conclude Patrizia Fanti - cercato di dare risposte ai cittadini meno fortunati e alle loro famiglie, in stretta collaborazione con la Asl e gli altri attori sociali del territorio, in particolare in estate in cui molte famiglie, per scelta o per costrizione, passano le vacanza in casa. Attraverso attività ricreative, socializzanti e sportive si offrono ai diversamente abili occasioni di svago, incontro e movimento.”

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In vista dell’estate, Comune: partono i soggiorni per i disabili

LatinaToday è in caricamento