Venerdì, 22 Ottobre 2021
Cronaca Sonnino

Sparò contro i vicini a Sonnino, condannato a dieci anni di reclusione

La sentenza del Tribunale a carico del 70enne Andrea Lattanzi, colpevole di duplice tentato omicidio

E’ stato condannato a dieci anni di carcere Andrea Lattanzi, l’uomo che il 1 agosto 2017 a Sonnino aveva sparato contro una coppia di vicini di casa ferendoli gravemente.

La sentenza a carico del 70enne è stata pronunciata dal Tribunale di Latina a conclusione del processo che vedeva l’uomo accusato di duplice tentato omicidio e detenzione illegale di arma alterata.

La condanna è stata più severa rispetto alla richiesta fatta dal pubblico ministero Antonio Sgarrella che aveva sollecitato per l’imputato, assistito dall’avvocato Alessia Vita, una pena di otto anni e mezzo di carcere. I fatti oggetto del procedimento erano avvenuti in via Volosca dove era partita una discussione figlia di vecchi dissapori per i confini della proprietà e poi degenerata tanto che Lattanzi aveva impugnato una pistola modificata ed aveva sparato alcuni colpi contro Giuseppe Di Meo e Maria Grazia Bianchi e poi aveva fatto fuoco esplodendo sette colpi che avevano raggiunto la donna  al torace e all’addome e il marito alla testa e ad una spalla. Ferendoli gravemente. Entrambi erano stati trasportati in due ospedali romani e sottoposti a delicati interventi chirurgici. Venerdì la sentenza che ha giudicato l’imputato colpevole di entrambi i reati e pur concedendogli le attenuanti generiche lo ha condannato a dieci anni di reclusione. Le parti civili erano assistite dagli avvocati Michele Scognamiglio e Giovan Battista Reali.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sparò contro i vicini a Sonnino, condannato a dieci anni di reclusione

LatinaToday è in caricamento