Sordomuti e farmacia, prende corpo la tessera di riconoscimento

La proposta dell'assessore ai Servizi Sociali Fanti: "Sarà facilitato l'accesso al servizio nelle ore notturne. Azione semplice ma efficace per garantire i diritti della categoria"

Un passo in avantio per avvicinarsi a chi purtroppo, quotidianamente deve fare i conti con disabilità e disagi che non sono solo fisici o mentali, ma soprattutto impediscono, o rendono più complicato, il tentativo di relazione con gli altri. Un passo che l’amministrazione comunale, in questo caso rappresentato dall’assessore ai Servizi Sociali, ha voluto fare per favorire l’integrazione dei sordomuti nella società e promuovere la loro piena realizzazione personale.

Nei giorni scorsi la rappresentante del Comune ha incontrato Biagio Meschino, presidente provinciale dell’ENS – Ente Nazionale per la protezione e l’assistenza dei Sordi Onlus-, il presidente provinciale dell’Ordine dei Farmacisti, Roberto Pennacchio, e il suo vice, il dottor Farina, per trovare una soluzione alle difficoltà che le persone sordomute incontrano nelle ore notturne quando devono recarsi in farmacia per l’acquisto urgente di medicinali.

Secondo l'assessore, e da quanto è emerso dal meeting, il problema potrebbe essere ovviato grazie tesserino personale di riconoscimento da mostrare alla telecamera in funzione così da ovviare tutte le problematiche di comunicazione e rendere più agevole l’intervento del farmacista.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Abbiamo pensato – spiega l’assessore ai servizi sociali del Comune di Latina, Patrizia Fanti – alla realizzazione di un tesserino di riconoscimento da stampare e consegnare a tutti i sordomuti pontini iscritti all’Ens e non solo. La tessera in questione potrà essere inserita nel cilindro rotante della farmacia o mostrata alla telecamera in funzione, facilitando così il riconoscimento della persona sordomuta e la comunicazione con il farmacista di turno. Un’azione semplice ma efficace per garantire i diritti dei sordomuti, continuare a promuoverne la crescita, l’autonomia e la piena realizzazione nella nostra società, superando tutti quegli ostacoli che si possono incontrare quotidianamente”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sermoneta, dolore per la scomparsa della 17enne Angela. I suoi organi salveranno 5 vite

  • Aggressione sulla pista ciclabile, l'arrestato al giudice: "Le ragazze mi avevano rubato il telefono"

  • Fiumi di droga dalla Spagna al sud pontino: 22 arresti. Armi e bombe per eliminare i rivali

  • Coronavirus Latina: nessun caso in provincia, 9 nel Lazio. Attenzione puntata sui voli internazionali

  • Operazione antidroga dei carabinieri nel sud pontino: 22 in manette. I nomi degli arrestati

  • Coronavirus: due nuovi casi e un decesso in provincia. Vietato abbassare la guardia

Torna su
LatinaToday è in caricamento