rotate-mobile
Cronaca

Ciarelli-Di Silvio, nuove richieste di sorveglianza speciale

Gli agenti della Divisione Anticrimine della Questura hanno richiesto l'applicazione di nuove misure di prevenzione personale e aggravamenti del provvedimento per alcuni personaggi legati ai clan rom. Le istanze verranno discusse a breve in Tribunale.

Dopo un dettagliato lavoro svolto dagli agenti della Divisione Anticrimine della Questura di Latina, nuove istanze di applicazione della sorveglianza speciale e aggravamenti della stessa misura sono stati richiesti nei confronti di alcuni giovani che gravitano attorno ai clan rom della città. Si tratta perlopiù di personaggi che, nel corso delle ultime inchieste portate avanti sugli affari illeciti del gruppo, risultano operare accanto agli esponenti.

Dagli uffici di corso della Repubblica, viene richiesto che la misura della sorveglianza speciale venga applicata anche a Monia Izzo, Mario Carboni, Valentina Ciarelli. Nessuno di questi è stato fino ad oggi colpito dalla misura di prevenzione personale ed ora i loro legali saranno impegnati nella discussione in tribunale, al termine della quale i giudici decideranno se applicarla o meno.

La richiesta arriva sulla base delle analisi svolte sulla personalità e sul trascorso dei tre, dettagliati accertamenti coordinati dal vicequestore Annabella Cristofaro. Sempre gli uomini dell’Anticrime hanno avanzato altre due istanze, questa volta nei confronti di personaggi già colpiti dal provvedimento: per Ferdinando Pupetto Di Silvio e Simone Grenga la Questura chiede che venga prolungato il periodo di riferimento, dai due ai cinque anni.

Solo un mese fa i giudici avevano accolto la stessa richiesta per il leader del clan di Pantanaccio, Carmine Ciarelli. Stessa cosa per la convivente, Rosaria Ciarelli. L’intera famiglia nel corso degli ultimi mesi è stata anche colpita da altri provvedimenti, come sequestri preventivi e confische. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ciarelli-Di Silvio, nuove richieste di sorveglianza speciale

LatinaToday è in caricamento