Cronaca

Sgominato il clan di Mondragone, in manette anche 11 pontini

Sono 19 gli arresti dei carabinieri della provincia di Caserta. Secondo gli inquirenti il gruppo avrebbe gestito lo spaccio e il mercato delle pompe funebri. Sequestrato un arsenale di armi

Gestivano il traffico degli stupefacenti nel casertano e nel basso Lazio e avevano monopolizzato anche il mercato delle onoranze funebri.

Brillante operazione all’alba di ieri mattina dei carabinieri di Mondragone che hanno arrestato 19 persone, tra cui anche tre donne, su esecuzione di provvedimenti restrittivi su ordine del pm della Direzione distrettuale antimafia.

Gli arrestati apparterrebbero al clan Fragnoli-Pagliuca e fra di loro figurerebbero anche 11 pontini nati tra Formia e Terracina.

Secondo gli investigatori il clan avrebbe controllato tutto il mercato dello spaccio che comprendeva il traffico di cocaina, marjuana e hashish.

Per ingrandire ancora di più le sue casse, avrebbe poi creato e mantenuto un mercato monopolistico anche nel settore delle onoranze funebri: in sostanza una sola ditta, legata al gruppo, poteva operare. Emblematico un episodio: un imprenditore che avrebbe tentato di affacciarsi sul settore, sarebbe stato minacciato e malmenato fino a fargli cambiare idea.

Durante l’operazione i carabinieri hanno anche sequestrato un vero e proprio arsenale di armi, mitragliette, pistole, fucili e bombe a mano.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sgominato il clan di Mondragone, in manette anche 11 pontini

LatinaToday è in caricamento