Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Cronaca Europa / Via Londra

Scoperta famiglia di spacciatori, la centrale dei De Rosa in una casa in via Londra

Madre e padre di 40 anni sono stati arrestati; obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria per il figlio 19enne. I tre vendevano cocaina a 50 euro a grammo nella loro abitazione. Blitz della squadra mobile

Il blitz è scattato all'alba di oggi nella loro abitazione di via Londra; abitazione che avevano trasformato in una vera e propria centrale dello spaccio.

Questa mattina gli uomini della squadra mobile, sezione narcotici, hanno fatto scattare le manette ai polsi di due coniugi della famiglia De Rosa, e sottoposto il figlio 19enne alla misura restrittiva dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria, tutti i giorni due volte al giorno.

Si tratta del 40enne Alessandro De Rosa, detto "Franco lo Zingaro" e della moglie Giulia De Rosa, detta "Cipolla".

Gli arresti dei De Rosa, legati alle famiglie dei Di Silvio e Ciarelli, sono arrivati a conclusione di un’articolata attività d’indagine, iniziata nel gennaio scorso, condotta attraverso i mezzi tradizionali - come servizi di osservazione, controllo, pedinamento nonché testimonianze e riconoscimenti fotografici - dalla sezione narcotici e finalizzata a disarticolare l’ attività di spaccio al dettaglio di cocaina avviata dai tre nei pressi della loro abitazione alle case popolari di via Londra.

Dagli accertamenti è emerso che i tre vendevano la polvere bianca al prezzo di 50 euro al grammo, con cadenza giornaliera, e soprattutto nelle ore serali, approfittando dell'oscurità. "Nel corso delle indagini - spiegano dalla Questura - è stato appurato che nella comunità dei consumatori di cocaina, i tre De Rosa fossero molto conosciuti, al punto che fosse sufficiente suonare al civico ove questi dimorano, senza alcun preavviso, consegnare  la somma convenuta, 50 euro, e ricevere in cambio lo stupefacente. Sono stati accertati nove episodi di illecita vendita di droga ad acquirenti appartenenti a fasce d’età diverse e categorie sociali differenti".

L'ordinanza di applicazione di misura cautelare personale, emessa dal giudice per le indagini preliminari di Latina Matilde Campoli, su richiesta del sostituto procuratore dottor Marco Giancristofaro

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scoperta famiglia di spacciatori, la centrale dei De Rosa in una casa in via Londra

LatinaToday è in caricamento