Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Cronaca Centro / Via Goffredo Mameli

Droga in sala giochi: condannato il titolare, chiuso il “Casino Slot”

Dopo l'operazione della finanza che ha portato all'arresto del titolare del locale in via Mameli, è arrivato anche il decreto di chiusura per motivi di ordine pubblico e sicurezza

Dopo l’arresto del titolare del locale arrivano anche i sigilli per il “Casino Slot”. In seguito all’operazione antidroga della guardia di finanza dello scorso 3 dicembre, durante la quale erano scattate le manette ai polsi del 50enne originario di Salerno ma residente a Latina Scalo, il questore di Latina, Alberto Intini, ha emesso un decreto di chiusura della sala giochi di via Mameli per motivi di ordine pubblico e sicurezza.

Il decreto è stato eseguito nel pomeriggio di ieri dalla squadra amministrativa; il titolare dovrà tenere chiuso la sala per un mese e, se non si atterrà alle prescrizioni potranno essere presi provvedimenti ancor più gravi tesi al ripristino della legalità

I FATTI – Durante l’operazione eseguita dalle fiamme gialle la scorsa settimana, erano state scoperte all’interno dell’esercizio quasi 5 grammi di cocaina e 0.292 di marijuana già suddivisi in 9 dosi e il materiale per il confezionamento. La droga era nascosta in vari cassetti dei mobili di arredo, nel ripostiglio, nel bagno e in un vecchio pianoforte.

Il titolare della sala giochi è stato immediatamente arrestato e dopo una notte passata ai domiciliari è stato giudicato con il rito direttissimo presso il tribunale di Latina al termine del quale è stato condannato ad un anno di reclusione con l’accusa di detenzione e spaccio di droga, e ad una multa di 1400 euro.

IL DECRETO – Dopo la segnalazione arrivata alla Questura, immediati sono stati i controlli che si sono conclusi con il decreto di chiusura e l’apposizione dei sigilli alla sala giochi dal momento che “il titolare – si legge in una nota della Questura - non si attiene ai doveri particolari derivanti dalla conduzione degli esercizi pubblici e che il medesimo, di tutta evidenza, non solo non ha  frapposto alcuna iniziativa e/o vigilanza concretamente diretta ad evitare ogni illegalità nel proprio locale bensì si è reso lui stesso responsabile di spaccio di droga”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Droga in sala giochi: condannato il titolare, chiuso il “Casino Slot”

LatinaToday è in caricamento