Spaccio ai tempi del coroanvirus: lancia cocaina ai clienti dalla finestra. Arrestato

In carcere un 30enne di Latina incastrato dalla Squadra Mobile. Aveva messo a punto lo stratagemma per evitare i controlli intensificati in questo periodo

Il coronavirus non ferma lo spaccio di stupefacenti: nella giornata di ieri, 3 aprile, gli uomini della Sezione Antidroga della Squadra Mobile di Latina hanno arrestato un giovane di 30 anni che aveva messo a punto uno stratagemma per continuare la sua attività e non cadere nei controlli delle forze dell’ordine, intensificati in questo periodo. 

I controlli nella tarda mattinata sono scattati nei pressi di un’abitazione alla periferia della città dove era stato segnalato uno strano andirivieni di persone. Sul posto gli agenti hanno presto notato l’arrivo di un’auto con a bordo due persone con un atteggiamento sospetto. Qualche minuto dopo da una delle finestre della casa veniva lanciato in strada un involucro immediatamente raccolto e nascosto in tasca da uno due occupanti della vettura che poi, probabilmente abituato a tale “modus operandi”, prima di allontanarsi velocemente ha messo in una cassetta postale, all’esterno dell’abitazione, alcune banconote.

Poco dopo l’auto è stata fermata dagli agenti della Squadra Mobile e l’acquirente è stato controllato: è stato trovato in possesso dell’involucro che gli era stato lanciato contenente 2 grammi di cocaina. In seguito a quanto scoperto gli uomini dell’Antidroga hanno deciso di fare irruzione in casa del 30enne, procedendo ad una perquisizione domiciliare. Qui sono stati trovati altri involucri con un totale di 10 grammi di cocaina, un bilancino elettronico di precisione e materiale per il taglio ed il confezionamento delle singole dosi. 

Questo lo stratagemma messo a punto dal 30enne per continuare a spacciare droga ai suoi clienti abituali, senza incorrere nei serrati controlli disposti in strada a seguito proprio delle restrizioni disposte con i Dpcm: i clienti ricevevano la droga lanciata dal balcone riponendo il corrispettivo in denaro, ovvero 70 euro per due grammi di cocaina, nella cassetta della posta.

Il 30enne è stato arrestato per detenzione e spaccio di sostanza stupefacente ed associato presso la locale casa circondariale a disposizione dell’Autorità Giudiziria, mentre l’acquirente, a sua volta segnalato come assuntore, è stato anche sanzionato insieme alla persona che era con lui per violazione delle prescrizioni relative al contenimento dell’epidemia da Covid-19.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Festa di nozze con 80 invitati, arrivano i carabinieri: tutti multati

  • Tragedia a Latina, precipita dal 14esimo piano del grattacielo Pennacchi: muore un ragazza

  • Coronavirus, allerta arancione nel Lazio: 795 casi. D'Amato: "Si teme un peggioramento"

  • Coronavirus, nuovo record in provincia: 78 casi in un giorno. Solo a Latina 35 contagi

  • Coronavirus, contagi inarrestabili. Nel Lazio quasi 600 nuovi casi, in provincia 47 in più

  • Coronavirus, l'ondata non si ferma: 64 nuovi contagi, 21 sono a Latina

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LatinaToday è in caricamento