Cronaca

Gestivano lo spaccio sul litorale romano e a Latina, scacco al sodalizio

Sgominata organizzazione dedita allo spaccio di ingenti quantità di cocaina e hashish. Residenti a Latina, Roma, Ostia e Pomezia, in 5 in carcere, 5 ai domiciliari e per 2 obblighi di firma

Sono tutte residenti tra Latina, Roma, Ardea e Pomezia le 12 persone finite in manette oggi perché considerate appartenenti ad un’organizzazione dedita allo spaccio di grandi quantità di sostanze stupefacenti.

Da questa mattina all’alba sul litorale romano e fino al capoluogo pontino i carabinieri del gruppo di Ostia hanno dato esecuzione a un'ordinanza di custodia cautelare nei confronti delle 12 persone emessa dal Gip del tribunale di Velletri, Alessandra Ilari, su richiesta del pubblico ministero di quella Procura della Repubblica, Giovanni Taglialatela.

L'indagine dei carabinieri del Nucleo Investigativo di Ostia ha permesso così di sgominare un sodalizio criminale dedito alla detenzione e spaccio di ingenti quantità di cocaina e hashish sul litorale romano.

Molte delle persone raggiunte dal provvedimento sono volti già noti alle forze dell’ordine; per cinque di loro l’ordinanza prevede la custodia in carcere, per altre cinque gli arresti domiciliari e per gli ultimi due gli obblighi di firma.

L'indagine conclusa oggi è la seconda tranche (che interessa la parte sud del litorale romano, da Torvaianica ad Anzio) di una più ampia attività antidroga in parte conclusa nel luglio 2011 sempre dai carabinieri di Ostia.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gestivano lo spaccio sul litorale romano e a Latina, scacco al sodalizio

LatinaToday è in caricamento