Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Cronaca

Spaccio di droga, operazione “Arco”: si costituisce uno dei ricercati

Gianluca Ciprian, una delle menti che gestivano il traffico di droga tra Latina, Sezze e i comuni limitrofi, si è recato spontaneamente nel carcere di Velletri. L'operazione aveva portato all'arresto di altre 22 persone

Si è costituito Gianluca Ciprian, l’uomo sfuggito alla cattura lo scorso 27 giugno quando, nell’ambito dell’operazione denominata “Arco” contro il traffico di droga furono arrestate 22 persone - 24 erano le ordinanze di custodia cautelare emesse dal gip del tribunale di Latina Nicola Iansiti, su richiesta del sostituto procuratore Gregorio Capasso -.

L’uomo, accompagnato dal suo legale si è recato spontaneamente al carcere di Velletri; scampato all'arresto lo scorso venerdì, in questi giorni era riuscito a far perdere le sue tracce rendendosi irreperibile fino al memento in cui, mentre proseguivano le indagini dei militari, si è sentito braccato e ha deciso di interrompere la sua fuga.

TUTTI GLI ARRESTATI

Secondo quanto emerso dalle indagini dei carabinieri, avviate nell’ottobre del 2012 dopo l’omicidio di Alessandro Radicioli e Tiziano Marchionne nell’area di servizio di Sezze Scalo, agguato in cui miracolosamente sfuggì alla morte lo stesso Cirpian ritenuto dagli inquirenti uno dei capi che gestivano il traffico di droga tra Latina, Sezze e i comuni limitrofi.

L'OPERAZIONE ARCO

Al momento risulta ancora ricercato Fabio Nalin.  

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spaccio di droga, operazione “Arco”: si costituisce uno dei ricercati

LatinaToday è in caricamento