Cronaca Gaeta

“Summer Cleaning”, sequestrati 3 chili di droga: arrestati due giovani

I ragazzi di 21 e 23 anni fermati mentre salivano su un treno a Campoleone diretti a Gaeta dove risiedono. L'operazione della polizia si inserisce in una quadro di interventi contro lo spaccio che durerà tutta l'estate

Sequestrati tre chili di hashish e marijuana e due giovani incensurati arrestati. Questo il risultato dell’operazione della squadra mobile “Summer Cleaning”, nata dalla collaborazione anche con il commissariato di Gaeta e con la volante.

Un’operazione che si inserisce in un più vasto quadro di controlli e interventi nella prevenzione e nel contrasto del traffico di droga che durerà tutta l’estate.

GLI ARRESTI - In manette sono finiti due amici di 21 e 23 anni di Gaeta, un disoccupato ed un operatore informatico, incensurati e di buona famiglia, due insospettabili al cui arresto gli agenti sono arrivati al termine di un’indagine fatta anche di pedinamenti e osservazione.

I due sono stati fermati mentre salivano su un treno ala stazione di Campoleone Campoleone diretti alla cittadina del golfo. Con loro avevano uno zaino contenente diverse tavolette di hashish; il resto dello stupefacente, per un totale di 1,8 chili di hashish suddiviso in 17 panetti - di un particolare tipo detto "Amnesia" che lavorato da maggiori effetti allucinogeni - e 1,5 chili marijuana, trovato durante le perquisizioni domiciliari nascoste tra gli armadi e all'interno di una custodia di una chitarra insieme al materiale per il confezionamento delle dosi.

Secondo le prime ipotesi, lo stupefacente serviva proprio per "rifornire" il litorale pontino e, immessa sul mercato, la droga avrebbe permesso di guadagnare tra i 10 e i 15mila euro.

L’indagine, assicurano da corso della Repubblica, non è però conclusa; si lavora per arrivare ai canali di approvvigionamento dei due giovani.

DUE GIOVANI INCENSURATI - Sono incensurati i due ragazzi finiti in manette nel pomeriggio di ieri nella frazione di Aprilia e accusati in concorso di detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti; un particolare di non poco conto secondo il capo della squadra mobile Tommaso Niglio. "E' importante - ha spiegato Niglio oggi durante una conferenza stampa - fermare anche l'utilizzo da parte di terzi di persone, e soprattutto ragazzi appena maggiorenni come in questo caso, per trasportare droga; la nostra attività, quindi, punta anche ad impedire che gruppi organizzati utilizzino soggetti scevri da contesti criminali per il trasporto delle sostanze".

LA PARTICOLARITA' DELL'OPERAZIONE - Quella conclusa con l'arresto dei due giovani, come ha spiegato questa mattina il capo della mobile, è la prima nell'ambito di un nuovo modulo operativo, chiamato appunto "Summer Cleaning" che sostanzialmente si muove su un doppio binario: da una parte vede il lavoro da parte delle squadre volanti, dei reparti di prevenzione crimine e dei commissariati con controlli sul territorio, in piazze e luoghi dove si concentra il consumo di droga, dall'altro la squadra mobile a cui vengono veicolate le informazioni raccolte "sul campo" e che poi saranno sviluppate sul piano investigati. Proprio in questo modo, quindi, raccogliendo le informazioni da controllli sul territorio si è potuti arrivare ai due ragazzi e al'ingente sequestro di stupefacente.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Summer Cleaning”, sequestrati 3 chili di droga: arrestati due giovani

LatinaToday è in caricamento