Cronaca

“Sparatoria in strada”: ma il racconto sui social è falso. Denunciato per procurato allarme

Nei guai un 38enne deferito dai carabinieri a Sezze al termine di un’attività investigativa: non vero il post pubblicato in un gruppo sui social network

E’ stato denunciato per procurato allarme dopo aver pubblicato su un social network un post alla fine rivelatosi falso. Nei guai a Sezze un uomo di 38 anni deferito ieri dai carabinieri della locale Stazione al termine di un’attività di indagine scaturita proprio a seguito della pubblicazione del post incriminato. 

L’uomo nei giorni scorsi all’interno di un gruppo su un social network aveva postato un messaggio nel quale, come spiegano i militari dell’Arma, riferiva che "dei soggetti a bordo di due auto con targa rumena avrebbero cercato di bloccarlo mentre era alla guida del proprio camion". Non solo, ma nello stesso post aveva anche raccontato che gli stessi soggetti “al fine di riuscire nell’intento avrebbero esploso alcuni colpi d’arma da  fuoco da cui ne sarebbe derivata una vera e propria sparatoria”. Un racconto che ha suscitato allarme e preoccupazione sia tra i cittadini che tra dli Enti e le autorità di Sezze. 

Le immediate indagini condotte dai carabinieri hanno permesso di “escludere la veridicità di quanto riportato nel post”. La successiva perquisizione, poi non ha consentito di rinvenire armi nella disponibilità del 38enne che è stato denunciato per procurato allarme. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Sparatoria in strada”: ma il racconto sui social è falso. Denunciato per procurato allarme

LatinaToday è in caricamento