rotate-mobile
Cronaca Cisterna di Latina

Spari contro l'auto del carabiniere a Cisterna, indagini in corso. Al vaglio i filmati delle telecamere

Quattro colpi di pistola, nella notte tra sabato e domenica, contro l'auto privata di un maresciallo sparati da una Smart poi ritrovata bruciata

Si indaga a tutto campo sull'intimidazione a colpi di arma da fuoco rivolta a un maresciallo dei carabinieri in servizio presso la caserma di Cisterna. E' accaduto nella notte tra sabato e domenica, intorno alla mezzanotte, quando una Smart si è fermata alla caserma dell'Arma e dall'abitcolo sono partiti quattro colpi di pistola contro la Peugeot di proprietà del maresciallo, che in quel momento non era in servizio e si trovava in uno degli alloggi della caserma. 

La sua vettura era parcheggiata proprio sotto la caserma ed è chiaro che il messaggio di fuoco fosse rivolto proprio al maresciallo. Le persone che erano a bordo hanno sparato dall'interno e la telecamera esterna della caserma ha quindi ripreso la vettura ma non i loro volti. Nell'auto c'erano però almeno due persone mentre un terzo complice li attendeva con un'altra vettura poco lontano. La Smart utilizzata per il raid è stata infatti ritrovata poco dopo in zona Olmobello completamente bruciata. Sui resti verranno comunque effettuati degli accertamenti per cercare di rilevare possibili tracce utili alle indagini.

Intanto sono al vaglio degli investigatori dell'Arma i filmati delle videocamere di sorveglianza della caserma e di altre zone vicine. Il sospetto è che l'avvertimento rivolto al militare sia relativo ad alcune indagini particolari, forse legate allo spaccio.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spari contro l'auto del carabiniere a Cisterna, indagini in corso. Al vaglio i filmati delle telecamere

LatinaToday è in caricamento