menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Mine anticarro rinvenute al largo di Sperlonga: le operazioni di brillamento in mare

Domenica scorsa il ritrovamento. Necessario l’intervento del Comsubin - Nucleo Sminamento della Marina Militare

Sono state effettuate oggi, 16 gennaio, le operazioni di rimozione e brillamento di 15 mine anticarro scoperte da un sub sportivo nelle acque antistanti il litorale di Sperlonga. Durante un'immersione, domenica scorsa, il sub si è imbattuto nelle mine a circa 200 metri dalla dalla costa di fronte alla riviera di ponente. Dopo aver interessato la Prefettura di Latina, la Capitaneria di porto di Gaeta ha emesso un'ordinanza che ha disposto l'interdizione dello specchio d'acqua interessato. 

Mine fatte esplodere in mare - IL VIDEO

E' stato dunque necessario l’intervento del Comsubin - Nucleo Sdai (Sminamento Difesa Antimezzi Insidiosi) della Marina Militare e predisporre l’impiego di uomini e mezzi in mare per consentire lo svolgimento di tutte le fasi dell'operazione in massima sicurezza. L’intervento del Nucleo Sdai di Napoli ha permesso, dopo un'attività di ricognizione dei giorni scorsi, l’individuazione delle 15 mine anticarro di nazionalità tedesca tipo Teller Mine 42. Alle 8 di questa mattina i militari del Nucleo sminamento della Marina Militare di Comsubin, hanno avviato la fase di sollevamento e trasferimento degli ordigni verso la zona individuata per il brillamento. Le mine sono state quindi prese a rimorchio dalla motovedetta della Guardia Costiera di Gaeta e trasferite, a lento moto, a circa 2 miglia a largo, in un punto con il fondale marino di 70 metri. Raggiunta l’area interdetta, gli operatori subacquei hanno preparato la mina per la successiva deflagrazione, avvenuta alle 10,30.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LatinaToday è in caricamento