menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Raffica di controlli in spiaggia a Fondi e Sperlonga: multe per noleggiatori e appassionati di kitesurf

Le verifiche dei militari della Guardia costiera di Gaeta nell'ambito dell'operazione "Mare sicuro". Il bilancio dell'attività

Militare della Guardia costiera di Gaeta ancora in azione sul litorale del sud pontino, con controlli sulle spiagge e in mare nell'ambito dell'operazione "Mare sicuro". Nel pomeriggio di ieri gli accertamenti si sono estesi sul litorale di Sperlonga e Fondi dove da diversi giorni le pattuglie svolgono una mirata attività di sensibilizzazione nei confronti di assistenti bagnanti, titolari di stabilimenti e noleggiatori nonché responsabili di circoli nautici e di associazioni sportive.

CONTROLLI A SPERLONGA-2

In particolare a Sperlonga, con la collaborazione dei carabinieri e del personale della polizia locale, sono stati elevati quattro verbali amministrativi a due concessionari di noleggio attrezzature perché i bagnini erano assenti dalla loro postazione di salvataggio. Due noleggiatori invece avevano preposizionato le attrezzature balneari prima ancora che arrivassero i clienti. Sono state quindi elevate sanzioni per 4mila euro totali e sono in corso inoltre altre verifiche documentali per accertare eventuali carenze.

A Fondi i militari hanno verificato, in particolare, il corretto svolgimento della pratica sportiva del kitesurf che, se effettuata non rispettando le regole previste dalle Ordinanze della Capitaneria di porto e delle amministrazioni comunali, può originare potenziali rischi per i numerosi bagnanti che affollano le spiagge. Capita inoltre che i kitesurfisti lascino incustodite le loro attrezzature sull’arenile, limitando di fatto il libero uso da parte degli altri utenti. Frequenti sono quindi le segnalazioni che arrivano alla Guardia costiera e alla polizia locale. I militari hanno riscontrato ieri un uso difforme di un corridoio di alncio e atterraggio in mare che, seppure regolarmente autorizzato e destinato a piccoli natanti, surf e windsurf, veniva utilizzato impropriamente anche per i kitesurf. Al titolare dello stabilimento e gestore è stata comminata una sanzione da mille euro.

Infine, sono stati sanzionati 8 kitesurfisti con verbali da 230 euro cadauno, altri sono stati colti a fare evoluzioni nella fascia di 200 metri dalla battigia riservata alla balneazione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, giù i contagi: sono 50 in provincia ma con tre decessi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LatinaToday è in caricamento