Sperlonga, indennizzi per la calamità naturale di ottobre: arrivano 4,5 milioni di euro

L'eccezionale ondata di maltempo aveva colpito molti comuni pontini tra cui Sperlonga, creando danni ingenti alle colture e alle attività produttive del territorio

Entro il 10 gennaio saranno trasferiti ai Comuni i contributi relativi agli indennizzi della calamità naturale del 28 e 29 ottobre del 2018. I contributi finanziari riguardano aziende agricole, attività balneari, infrastrutture pubbliche e abitazioni danneggiate dall'eccezionale ondata di maltempo di un anno fa. 

Grazie a questo provvedimento il Comune di Sperlonga, uno di quelli più colpiti, otterrà complessivamente 4,5 milioni di euro. I fondi saranno così ripartiti: 3.735.000 euro andranno alle attività produttive; 243mila euro alle abitazioni civili e rurali, 512mila euro alle infrstrutture comunali. "Bisogna dare atto - commenta l'assessore all'Assetto del territorio Stefano D'Arcangelo - dell’ottimo lavoro fatto dal Dipartimento della Protezione Civile e dal Commissario Straordinario Tulumello con il quale il sindaco di Sperlonga e lo Sportello Amico, appositamente costituito a livello comunale, hanno collaborato gomito a gomito, senza risparmio ed anche in orari notturni per fronteggiare adeguatamente l’emergenza, censire le aree effettivamente colpite e istruire correttamente le pratiche per l’indennizzo dei danni. Ci auguriamo adesso che gli impegni assunti vengano concretamente onorati nei tempi stabiliti per consentire al sindaco e alla nostra struttura operativa comunale di procedere rapidamente all’erogazione dei finanziamenti a favore dei soggetti beneficiari, previa verifiche della documentazione dei preventivi e delle spese effettuate dai soggetti interessati". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il paziente piange, l'infermiera del reparto covid si ferma e lo rassicura. Lo scatto diventa virale

  • Coronavirus Latina: lutto nell’Arma dei Carabinieri, muore l’appuntato Alessandro Cosmo

  • Coronavirus: Lazio in zona arancione. Nuove restrizioni anche per la provincia di Latina

  • Vaccini agli over 80: avviso ai medici di medicina generale. Si parte il primo febbraio

  • Coronavirus Latina, cresciuti i casi di tipo familiare. Al Goretti situazione di “continuativa emergenza”

  • Coronavirus, Latina e il Lazio in zona arancione: quali i divieti e cosa si può fare

Torna su
LatinaToday è in caricamento