rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
Cronaca

Occupazione abusiva di spiagge libere, denunce a Gaeta e Formia

Controlli della guardia costiera a Gaeta, lungo il litorale di Serapo, e a Formia sul lungomare Santo Janni. Denunciati i titolari di tre stabilimenti per aver occupato abusivamente porzioni di spiaggia libera

Non si arrestano i controlli della guardia costiera nel sud pontino, nonostante l’arrivo del mese di settembre con il progressivo calo dell’affluenza di bagnanti sulle spiagge.

Nella giornata di domenica tra Gaeta e Formia sono stati denunciati i titolari di altrettanti attività di noleggio attrezzature balneari per aver occupato abusivamente porzioni di spiaggia libera posizionando attrezzatura balneare, lettini ed ombrelloni.

Due i casi scoperti sul litorale di Serapo a Gaeta e uno sul lungomare di Santo Janni a Formia; oltre alla diffida dei titolari, gli uomini della guardia costiera hanno anche provveduto a far eseguire l’immediata rimozione dell’attrezzatura abusivamente collocata, restituendo alla pubblica fruizione il tratto di “spiaggia libera” indebitamente sottratto ai bagnanti.

“Tale attività di contrasto all’abusiva occupazione demaniale, svolta anche con personale in borghese, ha consentito di restituire al pubblico godimento un totale di circa 1000 metri quadri di spiagge libere, trasformate di fatto, a danno degli ignari bagnanti, in stabilimenti balneari - spiegano dalla guardia costiera -.

Tutti i soggetti denunciati saranno, altresì, oggetto di comunicazione alle competenti amministrazioni comunali per l’adozione dei discendenti atti amministrativi previsti in caso di violazioni in materia di abusiva occupazione demaniale”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Occupazione abusiva di spiagge libere, denunce a Gaeta e Formia

LatinaToday è in caricamento