Cronaca Fondi

Spiaggia libera come stabilimento balneare abusivo, controlli a Fondi

Il blitz della guardia costiera sul litorale dopo le segnalazioni dei bagnanti che lamentavano l'impossibilità di fruire della spiaggia libera. Trasgressori denunciati per abusiva occupazione di pubblico demanio marittimo

Ancora un episodio di occupazione abusiva di pubblico demanio marittimo nella provincia pontina. L’ultimo arriva da Fondi; è di questa mattina all’alba il blitz dei militari della guardia costiera di Gaeta su un tratto di spiaggia libero dopo le numerose segnalazioni giunte alla sala operativa.

Segnalazione di numerosi bagnanti che lamentavano appunto l'impossibilità di fruire del tratto di arenile libero a causa della presenza di noleggiatori autorizzati al solo posizionamento delle strutture balneari su richiesta degli utenti, che di fatto invece utilizzavano la spiaggia libera come stabilimento balneare abusivo.

Durante i controlli di questa mattina la guardia costiera, con il supporto della polizia locale di Fondi, ha potuto accertare l'effettiva occupazione di circa 300 metri quadrati di pubblico demanio marittimo, illecitamente occupata da oltre 150 attrezzature, tra lettini, sdraie ed ombrelloni, già preposizionati sulla spiaggia libera senza occupanti.

Individuati gli autori dell'illecito comportamento, abusiva occupazione di pubblico demanio marittimo appunto, le attrezzature balneari sono state sequestrate riconsegnando il tratto di arenile alla libera fruizione.

I trasgressori sono stati denunciati e saranno posti in essere nei loro confronti le previste comunicazioni agli Enti amministrativi preposti per il recupero delle indennità di abusiva occupazione di pubblico demanio marittimo e per le discendenti azioni connesse con l'autorizzazione al noleggio, rilasciate dall'Amministrazione Comunale.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spiaggia libera come stabilimento balneare abusivo, controlli a Fondi

LatinaToday è in caricamento