rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Il provvedimento / Sezze

Perseguita l’ex compagna di scuola: scatta l’ammonimento per uno stalker di 40 anni

La misura emessa dal questore di Latina dopo i comportamenti ossessivi dell’uomo di Sezze nei confronti della donna che si è rivolta alla polizia

La misura dell’ammonimento per stalking è scattata nei confronti di un uomo di 40 anni residente a Sezze accusato di aver messo in atto comportamenti persecutori nei confronti di una sua ex compagna di scuola. L’ammonimento è stato emesso dal questore di Latina Michele Spina in seguito all’istanza presentata dalla vittima presso gli uffici di corso della Repubblica.

E' stata la donna a raccontare di come il 40enne fosse riuscito ad ottenere da terze persone il suo numero di telefono, iniziando a porre in essere comportamenti ossessivi nei suoi confronti al fine di instaurare un rapporto sentimentale, non corrisposto dalla donna, tali da ingenerarle, spiega la Questura con una nota, “uno stato di sofferenza psicologica e ansia causata dall’atteggiamento dell’uomo”. “La condotta stalkerizzante - si legge ancora - si concretizzava con innumerevoli chiamate telefoniche che costringevano la vittima a bloccare i contatti dell’uomo, arrivando sino a presentarsi a casa dove vive con i familiari chiedendo ai congiunti notizie” circa le sue frequentazioni.

Al termine della complessa istruttoria dalla Divisione Anticrimine, “riscontrate oggettivamente le dichiarazioni della parte offesa e dimostrato quanto i reiterati comportamenti molesti avessero ingenerato nella donna un forte stato di ansia e timori per la propria incolumità tanto da costringerla a modificare le proprie abitudini di vita”, il questore ha emesso la misura di prevenzione dell’ammonimento nei confronti dello stalker.

L'ammonimento è stato adottato in attuazione dell'art. 8 del decreto legge recante misure urgenti in materia di sicurezza pubblica e di contrasto alla violenza sessuale, nonché in tema di atti persecutori; qualora dovesse riscontrarsi la reiterazione dei comportamenti alla base del provvedimento di ammonimento e, quindi, la violazione dello stesso, nei confronti dell'ammonito scatterà la denuncia d'ufficio per il reato di atti persecutori, punito con la reclusione da 6 mesi a 4 anni.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Perseguita l’ex compagna di scuola: scatta l’ammonimento per uno stalker di 40 anni

LatinaToday è in caricamento