Stalle abusive dei Di Silvio: cavalli custoditi in pessime condizioni in fatiscenti catapecchie

Nel corso dell'attività sono stati trovati in tutto 9 cavalli, 8 adulti e una giovane puledra, che sono stati sequestrati. I medici veterinari hanno effettuato tutte le verifiche mediche e sanitarie accertando le pessime condizioni di salute "incompatibili con la loro natura"

Sono iniziate questa mattina le operazioni di sgombero e abbattimento di alcune strutture abusive adibite a ricovero per cavalli riconducibili alla nota famiglia di rom stanziali Di Silvio e realizzate abusivamente su terreni comunali.

Operazioni che hanno visto coinvolto il personale della polizia, dei vigili urbani, Forestale e vigili del fuoco, in collaborazione con il Comune di Latina e che sono durate diverse ore. 

Nel corso dell’attività sono stati trovati in tutto 9 cavalli custoditi nei manufatti abusivi. “Le fatiscenti stalle allestite in via Copenaghen e in via Gran Sasso D’Italia sono state realizzate con palizzate di legno e vecchie reti metalliche” spiegano dalla Questura. 

In particolare in via Copenaghen è stata trovata una giovane puledra già svezzata ed un altro equino rinchiuso, completamente al buio, molto sofferente. In via Gran Sasso d’Italia, invece, sono stati rinvenuti 7 cavalli, tutti rinchiusi in strutture fatiscenti e per i quali sono in corso le procedure mediche volte ad accertarne le condizioni di salute.

GLI ACCERTAMENTI - Nella tarda mattinata di oggi si sono concluse le attività di accertamento delle condizioni igienico-sanitarie con cui erano custoditi i 9 cavalli. Gli animali sono stati tutti sequestrati.

I medici veterinari hanno effettuato tutti gli accertamenti medici e sanitari previsti accertando le pessime condizioni di salute “incompatibili con la loro natura”.

“Il Corpo Forestale dello Stato - spigano poi da corso della Repubblica - si è occupato con propri esperti del trasporto e ricovero in sicurezza di tutti gli equini. Il Comune sta avviando la procedura volta alla verifica degli abusi ed all’eventuale abbattimento”.

Prezioso il contributo ed il competente  supporto dei medici veterinari della Asl e del Comune di Latina che si è finalmente riappropriato dei  terreni occupati impropriamente.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: 236 nuovi casi in provincia e altre quattro vittime del covid da Latina e Fondi

  • Coronavirus Latina: altri 5 decessi in provincia, 139 i nuovi casi positivi

  • Coronavirus Latina: ancora 260 nuovi casi in provincia. Un altro decesso

  • Coronavirus, nuova impennata: 309 casi in provincia, quattro morti. In aumento i ricoveri

  • Coronavirus Latina: la curva dei contagi non si piega, altri 257 in provincia. Tre i decessi

  • Coronavirus, contagi in risalita: 180 casi e ancora quattro decessi in provincia

Torna su
LatinaToday è in caricamento