Cronaca

Stati Generali della Scuola il 22 e 23 novembre al Manzoni di Latina

Dopo Torino e Verona, a Latina e prima della conclusione di lunedì 24 novembre a Roma, i cittadini di tutta Italia si ritroveranno a Latina per discutere una proposta alternativa alla riforma della scuola del Governo

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LatinaToday

Dopo le edizioni di Torino e Verona, vengono convocati a Latina gli Stati Generali della Scuola, nei giorni 22-23 novembre 2014, che si concluderanno a Montecitorio lunedì 24. Latina diventa per due giorni il luogo in cui discutere di un'idea di scuola alternativa rispetto a quella attuale.

Ma non finisce qui, perché il M5S di Latina ha intenzione di costituire un Osservatorio, in cui si continui a studiare e seguire la riforma, monitorando l'applicazione, i risultati e le criticità dei futuri provvedimenti normativi. La scuola italiana deve recuperare terreno, è in crisi, una crisi culturale, e la "Buona Scuola" di Renzi non sembra toccare i punti fondamentali di questa situazione ormai endemica, considerate le molte voci di protesta e di dissenso che spesso rimangono inascoltate. Gli Stati Generali della Scuola sono rivolti a tutti, al personale scolastico e ai genitori che intendono portare le loro istanze ed esperienze, ma anche agli studenti, che probabilmente sono i "portatori di interesse" meno ascoltati dalla politica di Governo.

Sabato 22 e domenica 23 verranno affrontati diversi temi, da quelli più tipicamente amministrativi, a quelli che riguardano un nuovo paradigma pedagogico, all'edilizia scolastica, grande problema nel nostro paese, alla connettività e digitalizzazione nella scuola, tema in cui siamo molto indietro rispetto a molti altri paesi europei. Alle 18 di domenica 23 è prevista un'agorà aperta anche ai cittadini che non hanno partecipato ai tavoli di lavoro.

"Gli Stati Generali della Scuola costituiscono per il M5S un momento di importante confronto e sinergia tra cittadini nelle istituzioni e cittadini fuori dalle istituzioni, per costruire in maniera condivisa e partecipata le proposte sulle tematiche dell'istruzione." dichiara Silvia Chimienti, deputata del M5S. "Il nostro evento è di respiro nazionale e tutti i partecipanti hanno il medesimo obiettivo di dialogo e condivisione. Il M5S è orgoglioso di aver inaugurato questa buona pratica nel proprio metodo di lavoro. Su temi di così grande impatto sociale, è fondamentale tener conto prioritariamente della voce dei cittadini che ogni giorno vivono e operano nel mondo della scuola".

La due giorni del 22 e 23 novembre si concluderà con la stesura di documenti di sintesi dei vari argomenti trattati nei 12 tavoli di lavoro previsti, che verranno presentati lunedì 24 novembre, giornata conclusiva dell'evento, alla Camera dei Deputati, Sala Tatarella - Roma.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stati Generali della Scuola il 22 e 23 novembre al Manzoni di Latina

LatinaToday è in caricamento