Giovedì, 17 Giugno 2021
Cronaca

Strage a Cisterna, Antonietta lascia la terapia intensiva: trasferita in chirurgia

Migliorano le condizioni della donna di 39 anni ferita da tre colpi di pistola all'alba del 28 febbraio dall'ex marito Luigi Capasso che poi ha ucciso le loro due figlie e si è tolto la vita

Ha lasciato il reparto di terapia intensiva del San Camillo Antonietta Gargiulo, la donna di 39 anni ferita gravamente dall'ex marito, il carabiniere Luigi Capasso, la mattina del 28 febbraio scorso. Antonietta è stata trasferita nella giornata di ieri nel reparto di chirurgia dello stesso ospedale romano, costantemente assistita dai suoi parenti e da un team di psicologi che la guiderà nel suo percorso di riabilitazione e di consapevolezza. 

A Cisterna i funerali di Alessia e Martina

La donna era stata colpita da tre colpi d'arma da fuoco all'alba del 28 febbraio, poi l'ex marito era salito nell'appartamento dove le due figlie Alessia e Martina dormivano ancora e le ha uccise, prima di togliersi la vita. Da allora Antonietta era stata ricoverata e sedata e solo giovedì scorso, il giorno prima dei funerali delle sue bambine, era stata informata della morte delle figlie dopo essere stata risvegliata dalla sedazione profonda a cui era stata sottoposta. 

La notizia del trasferimento di Antonietta in un altro reparto è stata anticipata nel corso della trasmissione Chi l'ha visto andata in onda questa mattina.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Strage a Cisterna, Antonietta lascia la terapia intensiva: trasferita in chirurgia

LatinaToday è in caricamento