menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Stragi di mafia, il prefetto: "Falcone, la forza e il coraggio dell'uomo onesto"

Il discorso di Pierluigi Faloni pronunciato questa mattina a Latina, nel giorno dell'anniversario della strage di Capaci, avvenuto il 23 maggio del 1992

Nel corso della manifestazione “Guida La Vita- I° Forum per l’Educazione e la Sicurezza Stradale” che questa mattina si è tenuta in piazza del Popolo, e in apertura del suo discorso, il prefetto di Latina, Pierluigi Faloni ha voluto ricordare la strage di Capaci, di cui oggi ricorre il 25esimo anniversario e in cui persero la via il giudice Giovanni Falcone, la moglie Francesca Morvillo e tre agenti della scorta

"Alle ore 17,56 minuti e 32 secondi di sabato 23 maggio 1992 un cratere si apre sull'autostrada che collega l'aeroporto di Punta Raisi con Palermo. All'altezza dello svincolo di Capaci, 572 chili di esplosivo vengono attivati a distanza e spazzano via le tre auto su cui viaggiano il giudice Giovanni Falcone e la sua scorta. Muoiono il magistrato, la moglie Francesca Morvillo e tre uomini della scorta, Vito Schifani, Rocco Dicillo, Antonio Montinaro. Sopravvivono all'attentato gli agenti Paolo Capuzza, Angelo Corbo, Gaspare Cervello e l'autista giudiziario Giuseppe Costanza.

Oggi ricorre il 25 ° anniversario di quella  strage. Giovanni Falcone spesso riprendeva una frase di John Fitzgerald Kennedy per rappresentare il suo credo : “ Occorre compiere fino in fondo il proprio dovere, qualunque sia il sacrificio da sopportare , costi quel che costi, perché è in ciò che sta l’essenza  della dignità umana” .

Quando gli chiedevano cosa lo spingesse a fare quello che faceva  lui rispondeva : “ Lo spirito di servizio”.

E se qualcuno gli domandava se avesse mai pensato di abbandonare  la lotta alla mafia lui rispondeva secco : “ No, mai “.

Ecco, per noi Uomini di Stato, Giovanni Falcone è  “il Servitore dello Stato” che rappresenta quello che non chiamiamo il  “Senso del dovere”.

Giovanni Falcone rappresenta  la forza ed il coraggio dell’uomo onesto.

Diceva  “ la mafia non è affatto invincibile. E’ un fatto umano e come tutti i fatti umani ha un inizio e avrà anche una fine “.

Per questo è riuscito a disegnare una strategia politica-giudiziaria efficace contro la mafia.

Per questo Giovanni Falcone  è  il simbolo della lotta alla mafia.

Un modello al quale dobbiamo tendere tutti.

Il suo impegno deve essere il nostro impegno.

In onore di Giovanni Falcone e di tutti coloro che hanno perso la vita per combattere la mafia, vorrei dedicare a loro questa giornata di studio e di legalità, sicuro di interpretare il vostro pensiero.

Vi chiedere di osservare un minuto di silenzio in loro memoria". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LatinaToday è in caricamento