Martedì, 26 Ottobre 2021
Cronaca

Corsaro, Tar: I ricorsi diminuiscono, colpa della crisi economica

Ieri mattina l'inaugurazione dell'anno giudiziario al tribunale amministrativo regionale. Il presidente analizza l'andamento dello scorso anno

“La crisi finanziaria ed occupazionale nella quale versa il nostro Paese e l’impoverimento e la progressiva riduzione del cento medio, rende problematico l’accesso alla giustizia, determinando un impoverimento anche civile, ossia la rinuncia a far valere le proprie ragioni anche rispetto ad atti e comportamenti ritenuti ingiusti”.

Così ieri mattina il presidente del Tar di Latina Francesco Corsaro alla presentazione dell’anno giudiziario che si è svolta nella sede di via Doria alla presenza delle maggiori autorità locali.

Nella relazione che il presidente, giunto al settimo mandato, ha presentato, viene sottolineato un dato inusuale, un fatto che rappresenta una vera e propria anomalia rispetto all’andamento degli ultimi dieci anni. I ricorsi introitati nel 2013 sono stati 837 a fronte dei 1200 del 2012.

“E’ evidente – spiega Corsaro – che, a fronte di un contributo di giustizia, già rilevante, ma divenuto più oneroso per le difficoltà economiche, il cittadino, preso dalla necessità di far quadrare i conti, rinuncia a far valere i suoi diritti nelle sedi giurisdizionali, non disponendo dei mezzi che l’accesso alla giustizia inevitabilmente comporta”.

“Nonostante la diminuzione – ha sottolineato Corsaro – il numero di ricorsi resta alto. Consistente, infatti, è l’inadempimento rispetto a legittime richieste dei cittadini e il ritardo con il quale le amministrazioni adottano provvedimenti dovuti”.

La flessione ha riguardato tutti i settori, ad eccezione dell’ambiente (+20), e dell’agricoltura e foreste (+5), in larga misura edilizia e urbanistica (-146), gli stranieri (-24), il commercio e l’artigianato (-17), gli appalti pubblici di servizi e forniture (-11). 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Corsaro, Tar: I ricorsi diminuiscono, colpa della crisi economica

LatinaToday è in caricamento