Giornata contro il femminicidio: una targa in memoria delle vittime di violenza ad Aprilia

L’iniziativa ieri al Parco Europa in occasione della Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne del 25 Novembre. Grande la partecipazione alla cerimonia

E’ stata scoperta al parco Europa di Aprilia la targa in memoria delle donne vittime di violenza di genere

Una cerimonia simbolica, e molto partecipata, quella di ieri mattina ma che vuole porre forte l’attenzione sul delicato tema della violenza di genere e del femminicidio e che arriva in occasione del 25 novembre, appunto la Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne. 

Sulla targa, scoperta dal sindaco Antonio Terra alla presenza del consigliere Provinciale Pasquale De Maio e dell’assessore ai Servizi Sociali Eva Torselli, è riportata la dicitura: “In memoria di tutte le donne morte per mano violenta di chi diceva di amarle, perché le loro storie non affondino nel silenzio ma risveglino coscienze e civiltà”.

Alla cerimonia sono intervenuti anche l’assessora alla Cultura Francesca Barbaliscia, la consigliera Comunale Maria Grazia Vittoriano, il parroco Don Alessandro della vicina Chiesa dello Spirito Santo, rappresentanti del Centro Anziani La Saggezza presieduto da Luisa Ciotti, e degli altri Centri Anziani cittadini, del comitato di quartiere Toscanini presieduto da Luciano Poli, nonché alcune volontarie dell’Associazione Centro Donna Lilith, partner del Comune di Aprilia nel progetto per l’istituzionale di un Centro Anti-Violenza regionale la cui candidatura ha avuto esito favorevole e sarà cofinanziato dalla Regione Lazio (quale unico della provincia di Latina).

Momento di particolare intensità è stato l’intervento di alcuni studenti del liceo “Antonio Meucci” che hanno letto alcune loro composizioni poetiche alternandole al racconto di alcuni fatti di cronaca, anche recentissimi, che hanno visto vittime di violenza le donne. Il primo cittadino ha ricordato poi l’impegno dell’Amministrazione rivolto alle politiche sociali, che ha portato a contrastare la crisi economica e sociale con sempre maggiore impegno di risorse umane ed economico. 

“È attivo sul nostro territorio – ha ricordato il sindaco – un Protocollo d’Intesa per il contrasto alla violenza e abbiamo raddoppiato i fondi a disposizione del servizio di Pronto Intervento Sociale, per intervenire in maniera più decisa anche nei casi di violenza verso le donne”.

“Abbiamo voluto dedicare una targa alle donne vittime di violenza – ha commentato infine l’assessore Torselli – per rendere tangibile ciò che stiamo cercando di realizzare riguardo al contrasto alla violenza di genere. Un ringraziamento particolare va al Comitato di Quartiere per aver accolto la nostra proposta affinché il sacrificio di donne uccise per mano violenta non affondi nel silenzio, ma risvegli le coscienze di tutti gli uomini e le donne perché non debba essere mai più calpestato il sacro diritto alla vita. A breve, proprio in questo quartiere apriremo un Centro Anzi Violenza, il primo della nostra provincia, con la consapevolezza che il fenomeno del femminicidio oggi non sembra diminuire, nonostante la maggiore attenzione delle istituzioni”.

A Terracina un vademecum contro la violenza sulle donne

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Latina: altri 5 decessi in provincia, 139 i nuovi casi positivi

  • Coronavirus Latina, la curva sale ancora: 260 nuovi contagi in provincia. Tre i decessi

  • Coronavirus Latina: sono 169 i nuovi casi positivi in provincia. Altri tre decessi

  • Coronavirus, nuova impennata: 309 casi in provincia, quattro morti. In aumento i ricoveri

  • Coronavirus Latina: la curva dei contagi non si piega, altri 257 in provincia. Tre i decessi

  • Tamponi in farmacia, dove farli a Latina e provincia. L'elenco completo e gli indirizzi

Torna su
LatinaToday è in caricamento