Giovedì, 17 Giugno 2021
Cronaca Centro / Viale Umberto I

Riapre il Teatro D’Annunzio: presentata la stagione di prosa 2018

I lavori sono finiti, il teatro riapre in maniera definitiva in sicurezza e agibile. Sei spettacoli in cartellone per la stagione di prosa 2018: si parte il 10 febbraio

“Il Teatro D’Annunzio è di nuovo sicuro e agibile” lo annuncia oggi con gioia e orgoglio l’Amministrazione comunale, nella persona dell’Assessore alla Cultura Antonella Di Muro, durante la presentazione della stagione di prosa 2018. Accanto all’assessora, Luca Fornari Amministratore Delegato dell’ATCL (Associazione Teatrale fra i Comuni del Lazio), Fabio D’Achille, Presidente della Commissione Cultura e il Sindaco Damiano Coletta.

Finiti i lavori il teatro torna agibile

“I lavori finalmente sono finiti e sono stati fatti molto bene. La perimetrazione non interferisce con l’area scenica” aggiunge l’assessora; “si sono protratti a lungo purtroppo, ma sono stati tanti, la manutenzione ordinaria trascurata per anni è diventata una manutenzione straordinaria. Necessaria però per poter riaprire il teatro in sicurezza e in maniera definitiva e mantenere i ritmi e l’alta qualità consona al principale della città. D’ora in poi sarà posta una maggiore attenzione alla manutenzione del D’Annunzio”.

Si può dunque ricominciare a godere del teatro principale della città con una stagione di prosa che, contrariamente a quanto annunciato precedentemente, non inizierà il 27 gennaio con la pièce Dieci Piccoli Indiani, ma sabato 10 febbraio con lo spettacolo Qui e Ora scritto e diretto da Mattia Torre.

Luca Fornari ribadisce la gioia di vedere conclusi i lavori di ripristino del teatro e della sua messa in sicurezza, che sono stati una vera e propria impresa, combattuta contro il tempo e contro le varie difficoltà e che ha visto partecipare anche la Regione Lazio attraverso un complesso progetto di ristrutturazione e ripristino di oltre venti teatri in tutta la regione.  Veder tornare definitivamente in attività un teatro è sempre un piacere per chi sostiene e promuove la diffusione capillare degli spettacoli sul territorio e a costi contenuti, come fa ormai da anni l’ATCL.

“Lavorare con tempistiche molto ristrette e così poco definite è stato molto difficile, ma siamo riusciti a organizzare una stagione variegata che farà arrivare a Latina titoli, attori e registi importanti” aggiunge Fornari “gli sforzi di questi ultimi tempi hanno permesso di avere una stagione ancora più ricca di quanto si pensasse con gli stessi costi dello scorso anno”.

Una programmazione variegata

Sei spettacoli in cartellone che porteranno a Latina dai classici come La Vedova Scaltra di Goldoni al musical Tutti Insieme Appassionatamente, da La Strana Coppia di Neil Simon interpretata da Claudia Cardinale e Ottavia Fusco, a spettacoli moderni come Qui e Ora di Mattia Torre e L’Idea di Ucciderti di Giancarlo Marinelli, fino al gran finale con MOZART – Il sogno di un clown di Giuseppe Cederna, una produzione di altissimo livello che vede protagonista il pianista pontino Sandro D’Onofrio.

Uno spettacolo quest’ultimo, che l’assessora Di Muro è stata particolarmente felice di annunciare, oltre che per l’elevato spessore, anche perché proprio in questi giorni in un’intervista D’Onofrio ha auspicato di poter un giorno tornare a suonare nella sua città, questo desiderio sarà quindi esaudito in chiusura di stagione il 13 aprile.

Luca Fornari ha invitato la cittadinanza a partecipare, in particolare i giovani che potranno usufruire di particolari scontistiche sui biglietti, accordi con le scuole e il collegamento del teatro con la 18app (bonus cultura per i 18enni) oltre che con il Bonus Cultura per gli Insegnanti, valido anche per gli abbonamenti.

Proprio da lunedì 22 gennaio sarà aperto il botteghino per i vecchi abbonati, a partire dal 29 si potranno sottoscrivere i nuovi abbonamenti e dall’8 febbraio saranno in vendita i biglietti singoli del primo spettacolo.

Il saluto del Sindaco Coletta

In chiusura della conferenza stampa arriva il saluto del Sindaco Coletta che dopo aver ringraziato l’ATCL per la disponibilità, professionalità e la pazienza avuta con il Comune di Latina,  l’assessora Di Muro e il presidente di commissione Fabio D’Achille per tutto il lavoro svolto, ha dimostrato la gioia di vedere riaperto il teatro di Latina “Finalmente abbiamo una soluzione definitiva ai problemi di agibilità del D’Annunzio, i prossimi obbiettivi saranno quelli di ripristinare anche il Cafaro. Finalmente si restituisce il teatro alla comunità e con una stagione molto ricca. Questa non è una vittoria per l’Amministrazione Comunale, ma della Cultura, e quando vince la cultura, vinciamo tutti”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Riapre il Teatro D’Annunzio: presentata la stagione di prosa 2018

LatinaToday è in caricamento