Cronaca Prampolini / Via Aspromonte

Teatro di donne al carcere di Latina, in scena "Gatta Cenerentola"

La piece chiude un laboratorio dedicato alle detenute della sezione alta sicurezza, realizzato dall'associazione Liber@nimus Onlus e finanziato dalla Regione e dall'Ufficio del Garante

Il teatro arriva anche in carcere. Domani, martedì 6 dicembre, alle 10.30 nella sala teatro della casa circondariale di via Aspromonte a Latina andrà in scena lo spettacolo “Gatta Cenerentola” di Roberto De Simone. La rappresentazione arriva a conclusione del progetto “Captivae” rivolto alle donne della sezione alta sicurezza femminile del carcere pontino, che ha visto le detenute impegnarsi per tutto l’anno in un laboratorio organizzato dalla Liber@nimus Onlus.

Le attività che hanno visto protagoniste queste donne rinchiuse all’interno delle mura penitenziarie, è stato possibile anche grazie all’attenzione e alla sensibilità della direzione della casa circondariale e dell’area pedagogica, alla disponibilità della polizia penitenziaria, oltre che ai finanziamenti della Regione Lazio e dell’Ufficio del Garante dei detenuti.

Un laboratorio teatrale avviato nel 2009 che ha potuto contare su un magistrale impegno organizzativo dell’associazione Liber@nimus Onlus, e artistico dell’attrice-regista e sceneggiatrice teatrale Clara Sancricca coadiuvata, per la realizzazione di costumi e scene, dalla stilista Francesca Bernoni che ha insegnato alle donne partecipanti al laboratorio, a realizzare i costumi di scena. Una menzione particolare per Massimo Gentile per gli arrangiamenti e l’esecuzione dal vivo delle musiche dello spettacolo.

“Detenute ma soprattutto donne, spesso donne-madri lontane dei figli, o sole perché straniere – commentano dall’associazione Liber@nimus Onlus, la quale fa sapere che il progetto Captive proseguirà anche nel 2012-. Con loro e per loro cerchiamo di costruire un nuovo orizzonte, una diversa prospettiva di vita, un accrescimento culturale che è strumento indispensabile per raggiungere un ripensamento del vissuto di ciascuna”.

Allo spettacolo di domani è prevista la presenza del Garante dei detenuti, di autorità della Regione Lazio, dell’Amministrazione Penitenziaria, del Comune e della Provincia di Latina, ed un numerosissimo pubblico fra cui tanti giovani attenti alle problematiche del mondo delle carceri.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Teatro di donne al carcere di Latina, in scena "Gatta Cenerentola"

LatinaToday è in caricamento