menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
(foto d'archivio)

(foto d'archivio)

Formia, presi dopo la tentata rapina in banca e un folle inseguimento: due in carcere

I fatti il 28 giugno; i carabinieri Sessa Aurunca hanno eseguito le ordinanze nei confronti di due ragazzi di 20 e 30 anni. Insieme ad un minore erano stati fermati sulla Domiziana

Restano in carcere due dei tre ragazzi che lo scorso 28 giugno furono fermati dai carabinieri dopo la tentata rapina presso la Banca Popolare di Fondi a Formia. Come scrive Anna Grippo su CasertaNews, sono state eseguite dai carabinieri di Sessa Aurunca le due ordinanze di custodia cautelare emesse nei confronti dei due giovani di 30  e 20 anni di Giugliano in Campania. 

Insieme ad un minore di 17 anni tentarono la rapina nell’istituto bancario facendo irruzione armati di taglierini con cui minacciarono i presenti per poi aggredire il direttore dell'istituto di credito che era riuscito ad azionare l’allarme facendo saltare il colpo. 

Da qui la folle fuga a bordo di una Ford Fusion prima di essere intercettati e fermati dai carabinieri sulla statale Domiziana al termine di un pericoloso inseguimento. 

Arrestati per resistenza a pubblico ufficiale e sottoposti a fermo indiziario di delitto perché nella vettura vennero trovati i taglierini adoperati nel tentativo di rapina i due più grandi sono rimasti  associati presso la casa circondariale di Santa Maria Capua Vetere: il Gip del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere all'esito della convalida del fermo ha ritenuto gravi indizi di colpevolezza per la consumazione del tentativo di rapina ed ha emesso l'ordinanza di custodia cautelare nei loro confronti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LatinaToday è in caricamento