rotate-mobile
Cronaca Formia

Rapina in un negozio a Formia: troppi passi falsi lo inchiodano

Fermato come indiziato del tentato colpo di giovedì 7 giugno un giovane di 25 anni. Rapina andata in fumo anche grazie al coraggio dell'esercente che ha scoperto il suo volto

È stato inchiodato da una serie di passi falsi il giovane di 25 anni, G. E. M., fermato come indiziato di delitto per la rapina tentata nella serata di giovedì 7 giugno in un esercizio commerciale in via Rotabile a Formia.

Non solo durante il colpo il ragazzo è stato visto in viso dal titolare e da alcuni presenti, ma anche una serie di piccoli errori che ha commesso hanno portato i militari del nucleo operativo e radiomobile della locale compagnia al suo riconoscimento.

Giovedì scorso il 25enne, in compagnia di un complice, ha fatto irruzione nel negozio con il volto travisato, coperto da un casco e da un fazzoletto. Pistola in pugno ha intimato ai presenti di consegnargli il denaro, ma non ha fatto i conti con il coraggio del titolare che con una mossa fulminea ha abbassato il lembo di stoffa che ha permesso di scoprire il suo volto.

Da subito sono così iniziate le indagini che hanno portato i militari ad identificare il ragazzo, il quale nella serata tra venerdì e sabato aveva anche minacciato di morte la sua ex fidanzata e il suo nuovo compagno. Qui il secondo passo falso. In questa circostanza il giovane ha usato lo stesso scooter utilizzato nella rapina e visto da alcuni testimoni. Durante i controlli, infatti, i militari hanno notato che sulla targa vi era ancora un lembo di scotch, stratagemma volto a coprire la sigla alfanumerica.

Portato presso la Caserma di Largo caduti di Nassirya, il giovane è stato poi riconosciuto dalla vittima, così come il casco ed gli occhiali che indossava al momento della tentata rapina. La successiva perquisizione presso la sua abitazione ha permesso di rinvenire parte dell'arma, risultata giocattolo, utilizzata per commettere il reato, insieme a 15 grammi di hashish, posti sotto sequestro.

Non solo, il 25enne durante gli accertamenti in caserma ha cercato di scappare da un ufficio, tentando di lanciarsi da un balcone e  ferendo due militari che hanno riportato lesioni agli arti superiori, riuscendo però a scongiurare la fuga.

Trasferito presso la casa circondariale di Latina, dove dovrà rispondere dei reati di tentata rapina, minacce, violenza e resistenza a pubblico ufficiale e detenzione di sostanza stupefacente; domani dovrebbe essere ascoltato dal gip per l’interrogatorio di convalida del fermo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapina in un negozio a Formia: troppi passi falsi lo inchiodano

LatinaToday è in caricamento